ischemia midollare - Mente e cervello
L'esperto risponde

ischemia midollare




Domanda del 07 marzo 2006
Gentile Dottore, circa due mesi fà mio padre (66 anni) è stato colpito da iscemia midollare. I sintomi sono stati paraparesi e compromissione del controllo vescicale. Dieci giorni dopo è stato colpito da embolia polmonare silente che fortunatamente gli è stata diagnosticata durante una angioTac.Adesso si trova ricoverato presso una clinica riabilitativa, ha ripreso a camminare e anche il controllo vescicale sembra recuperato. ancora però ha una sensazione di pesantezza alle gambe e si sente soprattutto "legato" a livello del bacino. Volevo chiederle quali possono essere le cause di questa ischemia, tenendo presente che mio padre non è diabetico,non soffre di colesterolo alto,e per quanto riguarda la regressa embolia non sembra aver provocato danni. E' possibile una anomalia nella microcircolazione del midollo spinale? in questo caso quali sono le indagini da fare e gli esami? La ringrazio anticipatamente, cordiali saluti
Risposta del 15 marzo 2006
L'ischemi midollare, come tutte le alte ischemie dipende dala chiusura di un vaso arterioso, la cui causa è sempre molto difficile da trovare e non esistono esami specifici in questo senso, Invece, esiste una terapia che abbassa il rischio che è la terapia antiaggregante che va fatta scrupolosamente per tutta la vita.

Dott. Edoardo Gentile
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurologia
TORINO (TO)

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Mente e cervello
Potrebbe interessarti
Conoscere l'epilessia per cancellare i pregiudizi
Mente e cervello
13 febbraio 2017
Interviste
Conoscere l'epilessia per cancellare i pregiudizi
Depressione post partum: può colpire anche i papà
Mente e cervello
08 febbraio 2017
News
Depressione post partum: può colpire anche i papà
La salute sul web tra bufale e verità
Mente e cervello
30 gennaio 2017
Focus
La salute sul web tra bufale e verità