L'esperto risponde

Domanda di: Mente e cervello

01/03/2007 20:09:34

Ischemia midollare

Salve,ho 19 anni.una mattina di due anni fa non sono riuscita ad alzarmi dal letto,all'improvviso,unico sintomo qualche minuto prima un formicolio al braccio sinistro.Da quel momento in giro per ospedali,tutti con la stessa diagnosi:ischemia midollare con lesione a livello D5-D8.L'incognita è la causa.Impegnandomi con la fisoterapia ho recuperato l'uso della gamba destra,l'uso della vescica,e quindi nella sfortuna sono stata fortunata,ma ho 19 anni e questo non mi basta,rivoglio indietro la vita che avevo,anche se non molto bella,ma adesso è peggio.La sinistra non da segni di vita,comunque riesco a muovermi in casa con le stampelle mentre fuori devo dipendere dalla carrozzina.Inoltre sembra che ultimamente la situazione peggiori,perchè mi accorgo che cammino male e mi stanco prima,e ogni tanto perdo l'equilibrio,ma non so se dipende dal fatto che da un pò non faccio terapia regolarmente(PURTROPPO da queste parti non sono ancora aggiornati in queste cose)perchè per fare terapia vera e propria dovrei fare bagagli e partire per qualche settimane,cosa che con enormi sacrifici riesco a fare poche volte all'anno.Sono completamente a terra con il morale,vorrei essere autonoma e invece mi vedo costretta a portarmi dietro sempre qualcuno,e la mia vita sociale è sottozero,perchè evidentemente per i miei amici sono un peso,il mio unico sogno ovviamente è ritornare a camminare come prima,o perlomeno raggiungere la totale autonomia.Mi dicono che purtroppo la parte sinistra è sempre difficile da recuperare.Possibile che sia davvero così e perchè?continuo a sognare la "normalità",e spero sia vicina...scusi per la lunga lettera ma ho davvero bisogno di risposte!grazie mille!
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del05/03/2007

Mi scusi,ma in quale parte sperduta d'Italia vive? Possibile che nel raggio di pochi chilometri non esista un centro di Fisioterapia?
In ogni caso non si puo' rispondere esaurientemente alle Sue legittime domande se non fornisce dati più precisi, per esempio come è stata fatta la diagnosi ovvero a quali esami è stata sottoposta.
Ci dia queste informazioni e forse si riuscirà a darLe qualche informazione in più.
Cordialmente ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)



Altre risposte di Mente e cervello


© RIPRODUZIONE RISERVATA