L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

12/11/2004 13:30:18

La scuola elementare

Gentile dottore ho una figlia di 6 anni che ha iniziato la prima elementare a settembre ed un figlio in arrivo per il nuovo anno.
Ultimamente la bambina ogni mattina trova vari malesseri: ha iniziato con il mal di testa e bruciore agli occhi. subito visita oculistica risultati ottimi, niente problemi. Poi via con il mal di stomaco e con la frase mi sento debole. questo succede ogni mattina quando deve andare a scuola e fino all'entrata piange disperata. Praticamente lei non vuole andarci ma stare con la mamma o con la nonna (io lavoro, la nonna sta a casa).
Io e mio marito cerchiamo di tenere duro perchè è probabile che questi malesseri siano legati all'arrivo del fratellino, anche se fa molto male vederla entrare a scuola in questo stato.
Cosa ne pensa in proposito? puo darci qualche suggerimento.
Grazie Mari68

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/11/2004

Gentile signora, più che all'arrivo del fratellino, il quale ancora non rappresenta un pericolo reale perché non c'è, direi che è proprio il cambiamento scolastico la causa delle crisi della bimba.
Se la lasciate piangere, il bruciore agli occhi non dovrebbe presentarsi più.
Invece stomaco e sensazione di sentirsi debole mi sembra abbiano a che fare con un certo timore di non sentirsi considerata, ma farei più attenzione ai meccanismi scolastici, per il momento. La scuole elementare introduce delle richieste più codificate nei confronti dei bambini. Il tempo del gioco è limitato, è necessario stare attenti, inoltre ci sono nuove relazioni da intessere e i rapporti con i compagni e le compagne della materna -- se presenti nella stessa classe -- possono cambiare in modo inaspettato.
Le chiederei se la bimba ha avuto la fase dei capricci, a 2-3 anni, e sarebbe importante sapere come l'avete gestita in quel periodo. Questo per capire un po' meglio cosa sta succedendo. E' un po' strano che una bimba così piccola somatizzi già il conflitto con l'adulto, specialmente con il padre. A meno che mal di stomaco e sensazione di debolezza non le abbia dichiarate lei all'inizio della gravidanza ....
Se riesce a rispondermi e a farmi sapere di più, cerchiamo di inquadrare meglio la situazione.
Nel frattempo, tener duro è la cosa migliore.
Aspetto una sua risposta. Un caro saluto!

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra