L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

19/04/2006 21:17:19

Lavaggio nasale

Egregio Dottore,
a causa dei miei frequenti raffreddori e la mia allergia stagionale, è da un mese che faccio giornalmente anche cinque lavaggi nasali con acqua salata ( un cucchiaino e mezzo di sale ogni mezzo litro d'acqua ).
Siccome la mia pressione arteriosa è 135 - 86, volevo chiederLe se per caso c'è il rischio che i miei lavaggi nasali possano contribuire ad aumentare il mio consumo di sale giornaliero in aggiunta a quello che già assumo con il cibo, o la possibilità che l'organismo assorba il sale tramite il lavaggio nasale non esiste!
La ringrazio per la cortese risposta e per generosa disponibilità.
Cordiali saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del23/04/2006

Non dovrebbe esserci il rischio di sovraccarico di sodio, in quanto la mucosa nasale non è deputata all'assorbimento, a differenza di quella intestinale. Inoltre, se si tratta di lavaggi nasali, il tempo di permanenza dell'acqua salata nel naso dovrebbe essere breve, e non sufficiente ad un assorbimento. Occorre fare attenzione alla conentrazione del sale, è bene che la soluzione sia isotonica o lievemente ipertonica (9 grammi di cloruro di sodio per litro d'acqua o poco più) per non danneggiare la mucosa nasale.

Dott. Gabriele Nostro
Specialista attività privata
Specialista in Otorinolaringoiatria


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra