12/12/07  - LEUCOCITI BASSI IN BAMBINO CON FEBBRICOLA DA UN MESE - Malattie infettive

LEUCOCITI BASSI IN BAMBINO CON FEBBRICOLA DA UN MESE




Domanda del 12 dicembre 2007

Domanda


Mia figlia di 11 anni una settimana dopo la vaccinazione antinfluenzale che facciamo già da 5 anni (in quanto negli anni precedenti era spesso assente da scuola per forme virali) ha cominciato ad avere una febbricola non superiore ai 37,4° (variabile tra i 36,8°-37,1° al mattino e 37°-37,4° il pomeriggio). Questa febbricola è persistente da un mese e durante una cura come copertura con antibiotico (Augmentin) ha avuto un lieve rialzo pomeridiano fino ad un massimo di 37,8°. Nei primi giorni lamentava un leggero mal di pancia (mai diarrea o vomito comunque) e un pò di mal di testa tuttora persistente. E' stata vista da 3 pediatre che hanno solo trovato la gola leggermente arrossata, hanno detto che senz'altro è una forma virale (l'ultima più anziana ed "esperta" sostiene che è l'effetto di un coctail tra i virus iniettati ed altri virus, visto quest'anno la loro notevole diffusione e persistenza nei bambini visitati). Su mia insistenza sono stati fatti degli esami ematici e delle urine che risultano nella norma compreso la VES (2 su un range 0-10). In passato il suo sistema immunitario ha conosciuto il virus Epstein Barr (EBV Ig G>750 positivo >20, EBV iG M 11,70 negativo <20. L'unico dato fuori della norma sono i B-LEUCOCITI (4,4 su un range 6-13,5), ma il conteggio differenziale è invece nella norma. Secondo l'ultima pediatra è bene che torni comunque a scuola perchè questa febbricola potrebbe durare anche mesi , visto l'immunodeficienza (leucociti bassi), che dovrebbe comunque regredire naturalmente. SIAMO MOLTO PREOCCUPATI. Secondo Lei è convincente la tesi del "coctail di virus" o è opportuno fare altri esami? Quali? E' opportuno che ritorni a scuola?
Risposta del 15 dicembre 2007

Risposta


Non sembra niente di preoccupante: la VES normale e i leucociti leggermente più bassi (non specifica la formula leucocitaria: quanti sono i neutrofili e i linfociti?) sembrano indicano una infezione virale, ad esempio il citomegalovirus (CMV) oppure la toxoplasmosi. Entrambe sono benigne e non necessitano di terapie specifiche; una volta avute non tornano più.
Non dia inutili antibiotici che la indeboliranno e basta: esegua controllo di emocromo, proteina C reattiva, sierologia per CMV e toxoplasmosi (visto che EBV è già stato superato), titolo anti-strepto (TAS) e transaminasi. Se questi vanno bene e la bambina si sente bene (la febbricola è ben sopportata ?) può anche tornare a scuola.
Saluti

Dott. Alessandro Nerli
Medico Ospedaliero
Specialista in Malattie infettive
PRATO (PO)



Il profilo di ALESSANDRO NERLI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Malattie infettive



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  
Schede patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico


Potrebbe interessarti
Le novità del decreto legge sui vaccini
Malattie infettive
24 maggio 2017
Focus
Le novità del decreto legge sui vaccini