L'esperto risponde

Domanda di: Mente e cervello

10/09/2009 22:08:41

Lexil

Salve, due anni fà ho avuto problemi di colon irritabile e dopo aver fatto esami mirati tra sangue, feci e addome tutto è risultato negativo, quindi sono andato da un professore che mi ha prescritto il Lexil. Ovviamente mi ha detto che era dovuto al mio stato di ansia e siccome avevo forti evcuazioni incontrollabili 3 volte al giorno ho iniziato con 4 pastiglie al gg a scalare.dopo circa 6 mesi ho terminato la cura e stavo meglio. Ora da un anno a questa parte sono stato molto stressato sempre per via del mio lavoro e da esposizioni economiche che mi creano no pochi pensieri. A causa ovviamente del mio carattere ansioso ho ricominciato a sentirmi spossato e qualche primo sintomo di mal di pancia correlato da aerofagia e scariche di diarrea. Senza prescrizione ho ripreso il Lexil 2 compresse al giorno da un mese..i sintomi sono sotto controllo ma mi sento stanco e poco concentrato e l'ansia non mi molla anche se con il Lexil un pò mi passa. Potete darmi un consiglio su cosa fare per controllare l'ansia e quindi tutti i sintomi correlati?per di più un anno fa sono stato operato di emorroidi di II grado secondo Longo e ora ho avuto una piccola ricaduta forse dovuta allo stress xkè non bevo alcolici, caffè e non uso spezie nel cibo. Non sono preoccupato xkè ho 27 anni e nella vita tutti mi adorano e nel mio lavoro ho molto successo ma non riesco a non accollarmi i problemi che tutti abbiamo giornalmente e li vivo intensamente che mi creano ansia. grazie mille.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del15/09/2009

HA MAI PENSATO AD UN CICLO DI PSICOTERAPIA;NON ALTERNATIVO ALLA FARMACOTERAPIA;MA MIRATO A "TROVARE LE PAROLE PER DIRLO" in modo che il suo disagio non sia "costretto" a scaricarsi sul suo intestino?


a href="/Giovanni_Pepino?esp=4389" Dott. Giovanni Pepino /a
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
TORINO (TO)



Altre risposte di Mente e cervello


© RIPRODUZIONE RISERVATA