L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute femminile

13/06/2007 22:22:41

Lichen sclero atrofico

Circa 10 anni fa mi e' stato riscontrato.attraverso una vulvoscopia,un'area bianca ispessita nella zona del clitoride e parzialmente edematosa. Isolati microspikes vestibolari non significativi. lesioni da grattamento. Quadro riferibile a iperplasia cellulare squamosa lichenificata.Allora avevo 29 anni> Mi hanno dato una crema, il clobesol e detto di evitare fattori irritativi endogeni ed esogeni> A distanza di 10 anni, due gravidanze con cesari, il problema c'e' sempre, la zona e' molto delicata, con la pelle che mi si spacca sempre, soprattutto dopo rapporti, a volte prurito e il clitoride, che quasi non si vede piu', pur se per fortuna la sensibilita' c'e' sempre e quindi provo piacere> Un paio d'anni fa anche la ginecologa mi ha detto che sembrerebbe un problema riguardante una persona anziana, mi ha dato creme e niente piu'> Devo preoccuparmi? E" meglio che mi veda un dermatologo? sapreste darvi qualche risposta in piu? ci sono altri casi come il mio? hanno risolto il problema? grazie da una donna preoccupata.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del16/06/2007

Cara lettrice ,
se è un Lichen Scleroso Atrofico questa diagnosi denota una malattia cutanea a carattere infiammatorio cronico, a causa ancora sconosciuta e non completamente definita. La malattia può coinvolgere qualsiasi sede cutanea, ma nella maggior parte dei casi interessa l’area ano-genitale nelle donne e l’area genitale negli uomini .
Gli aspetti controversi di questa patologia hanno contribuito molto alla sua sottovalutazione mentre sappiamo che in alcuni casi può disturbare la funzione urinaria, la vita sessuale e determinare anche problemi estetici e quindi peggiorare la qualità della propria vita . Per questi motivi potrebbe essere utile una attenta monitorizzazione del suo problema da parte di un bravo specialista.
Un cordiale saluto.


Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute femminile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra