L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

26/07/2006 16:03:18

Linfoadenopatia, Dott Moschini

Prima di tutto ringrazio entrambi i dott ri per le risposte e i consigli ,se mi consentite vorrei riepilogare chiedere ancora un chiarimento e trarre una conclusione.
MI sembra di interpretare bene il fatto che entrambi vi siete orientati verso un fatto virale e non batterico, mi sembra di interpretare che entrambi non riteniate utile fare una tac con contrasto perche non direbbe niente di piu di cio che sappiamo, ma non mi è chiaro cosa dovrei fare oggi ancora e che tipo di analisi fare per trovare questo benedetto virus, che ho capito possa essere anche la causa della tiroidide autoimmune, e quindi in conclusione vorrei sapere il dettaglio delle analisi che voi consigliate e se riteniate opportuno un terapia antivirale generica farmacologica nel frattempo.faccio presente che l'edema del collo permane a mio parere stabilmente senza alcun segno di peggioramento o miglioramento ritenete sia utile una ulteriore ecografia di controllo dei linfonodi?
grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del30/07/2006

Proprio per le difficoltà che si riscontrano nell’ evidenziare la presenza, non solo, del virus di Epstein-Barr, ma anche di altri, considerando che provocano guai seri in futuro, ho strutturato una metodica personale, che integrando la medicina convenzionale, con le sue più recenti scoperte pubblicate in letteratura internazionale, con la medicina biologica, mi permette di seguire il ragionamento diagnostico e terapeutico, per poter evidenziare gli agenti patogeni coinvolti, seguirne la loro eliminazione. La terapia non si avvale della farmacologia chimica, che nei confronti dei virus non ha effetti, ma ormai nemmeno nei confronti dei batteri, ma utilizza la medicina molecolare, agendo sui recettori cellulari utilizzati da questi agenti, bloccandoli; sul virus stesso, informando il sistema immunitario della sua presenza e aiutandolo a eliminarlo; sulla malattia stessa che lo ha fatto entrare. I linfonodi aumentati del collo hanno il significato della presenza nel loro interno dei virus, che vanno portati via, l’ecografia e gli esami che eseguo in studio, si possono utilizzare per seguire la loro eliminazione.
Saluti Alberto Moschini




Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra