L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

08/01/2008 16:47:24

Linfoadenopatia in sede inguinale

Da un po' di tempo riscontravo un fastidio all'altezza inguinale, giocando spesso a calcetto pensavo fosse dovuto ad una pubalgia ma facendo un'ecografia inguinale ho scoperto che avevo dei linfonodi reattivi sul lato sx, delle dimensioni nn superiori ai 9mm. Ho eseguito su consiglio medico vari esami come ecografia ai testicoli, alla vescica esami del sangue ves, tampone uretrale, urinocoltura ecc.. visita di controllo alle vene degli arti inferiori con ecodoppler. Tutti gli esami hanno dato esito negativo, circa 10 anni fa ho avuto una polmonite con versamento causa " legionella" dovuta a chlamydia. Posso le cose essere correlate? Cosa mi consiglia
Grazie per la cortese attenzione e saluti

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del11/01/2008

gentile pz
negli sportivi è molto frequente avere delle linfoadenopatie reattive a livello inguinale (parlo di sportivi che usano gli arti inferiori). Hai fatto bene ad eseguire gli accertamenti descritti anche se sarei stato sorpreso nel trovarli positivi. Durante tutta la vita sportiva si accumulano dei micro traumi che i linfonodi si "ricordano", poi in determinati momenti che possono essere addominalgie, affaticamenti muscolari etc. si "sente" qualcosa che già c'era.
Per concludere in questi casi dove gli esami sono negativi e la sintomatologia sistemica è negativa si può stare tranquilli.

Dott. Francesco Russo
Medicina generale convenz.
Specialista in Medicina dello sport
BERGAMO (BG)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra