L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

12/01/2006 19:50:20

Linfoadenopatia in sede inguinale

Nome: Roberto
Anni: 17
Sesso: M

da un pò di tempo quando mettevo le gambe a cavalcioni dopo un pò mi veniva
un picco di fastidio nella sede inguinale, ma rimettendo le gambe a posto il
fastidio (non dolore) passava. settimane fa riprovai la stessa sensazione ma
il fastidio permase per tre giorni. ieri ho portato a termine l'appuntamento
dall'ecografista il cui risultato è:
"all'esame ecografico si evidenzia in sede inguinale bilateralmente la
presenza di linfoadenopatia con caratteristiche di reattività.
le dimensioni dei linfonodi sono inferiori al centimetro"

mi ha posto alcune domende, per espempio se avevo dolori quando urinavo, no;
se il medico curante mi aveva controllato il collo, no, me lo ha controllato
e non ha trovato niente, se mi faceve male in quanche modo il pene o
itesticoli, no; se avevo punte rosse sui piedi o sulle gambe, li dissi no
che non lo sapevo arrivato a casa in effetti ho visto pochissime punte rosse
ma solo sulle cosce e non dopo le ginocchia, nessuna sui piedi; mi ha
domandato se ho avuto fobbre, no; mi ha domandato se mi depilo, no. mi ha
domandato se ho notato ghinadole e fastidi simili all'ascelle, no. mi ha
consigliato di fare un esame del sangue, comunque ha detto che non è niente
di grave.
ora vorrei sapere se questi linfonodi reattivi potrebbero peggiorare o se
fosse remotamente possibile l'eventualità di un tumore.
vorrei inoltre domandarvi se solo l'esami del sangue vanno bene, oppure fare
anche un esame più approfondito, tipo urine o un esame che voi riteneste
importante.
cosa potrebbe essere?
grazie per la vostra attenzione, cordiali saluti

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/01/2006

I linfonodi reagiscono ad un processo infiammatorio che si veifica nella zona a loro dipendente, i linfonodi inguinali possono reagire per una infiammazione anche nella zona dell'inguine dove passa il condotto che porta il secreto prostatico con gli spermatozoi prodotti dai testicoli, quindi prostata, testicoli, vescica. Va ricercato un germe che provoca infiammazioni, soprattutto croniche a livello dell'apparato urogenitale, come la chlamidia. Le consilio:
tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni, emocromo e formula, piastrine
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
· ANTICORPI ANTI-MYCOBACTERIUM TUBERCULOSIS
· ANTICORPI ANTI-YERSINIA ENTEROCOLITÌCA lgG e lgM
HPV (Ricerca del genoma quantitativo) (o Human papilloma virus)
HPV (Ricerca del genoma tipizzazione)(o Human papilloma virus)
esame urine completo, urinocultura e antibiotigramma eventuale,
ecografia prostatica e testicolare, addominale,
Saluti Alberto Moschini alberto3691@alice.it



Dott. Alberto Moschini
CARRARA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra