L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

05/10/2006 20:32:45

Linfoadenopatia laterocervical,contestuale a episodio di macroematuria

Ho 56 anni. Sesso maschile. Da due prelievi di sangue effettuati presso lo stesso laboratorio ospedaliero, ed a distanza di 6 mesi, è emerso che i miei globuli bianchi sono 3.800, Neutrofili 49,9, Monociti 10,2. Il prelievo del sangue effettuato di rutina è coinciso con una visita otorino, richiesta per avere ben gonfi e dolenti i linfonodi sottomandibolari e una sensazione di qualcosa in fondo alla gola che mi induce ad inghiottire per mandarla giù. Dalla visita e da un'ecogafia è emersod questo: " Linfoadenopatia reattiva laterocervicale con scialoadenite cronica ". Il medico mi ha prescritto il Deflan, senza che io veda apprezzabili risultati; tutto questo ha coinciso con un episodio di macroematuria, durato 8 GG, e ripresentatosi cinque giorni orsono e scomparso - quest'ultimo - in 24 ore. Ho effettuato l'ecografia renale con questa diagnosi "Reni in sede di dimensioni nella norma con evidenza bilateralmente di piccole formazioni cistiche di cui la più grande a destra che presenta un diametro massimo di circa 2,2 cm. Presenza di multipli spot iperecogeni da microlitiasi. Non dilatazione delle vie escretrici. " Un ecografia renale effettuata nel 2001, sempre in seguito ad episodio d'ematuria aveva evidenziato la presenza di un angiomiolipoma di mm. 8 in entrambi i reni. Non comprendo perchè nella ecografia attuale essi non sono stati rilevati. Sto preoccupato per la leucopenia, per i monociti e neutrofili in misura inferiore alla norma; per questi angiolipomi che sembrano scomparsi. La mattina mi sveglio con gli occhi rosso fuoco e mi bruciano durante tutto il giorno, ho persistente leggero mal di gola. Non ho febbre durante il giorno e la notte, Cosa tengo? Sto molto preoccupato. Il medico da me sollecitato a darmi una risposta, mi ha detto che non tengo nulla..La risposta non mi soddisfa; in particolare mi ha detto che la leucopenia è lieve e non preoccupa. Non mi sento tranquillo. Già in due analisi essa risulta presente.. Grazie per la Vs risposta che attendo con ansia . Un vs attento lettore

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del08/10/2006

Terrei distinte le due patologie, scialo-faringo-linfonodale e renale, la cui sovrapposizione cronologica sembra del tutto casuale. L'alterazione della formula leucocitaria depone per un'infezione virale pauci-sintomatica che potrebbe essere responsabile della linfadenopatia e della sintomatologia faringea. La scialoadenite cronica sarebbe un reperto aggiuntivo indipendente.
Tuttavia questa condizione merita un ricontrollo dell'emocromo a distanza, da sottoporre ad un ematologo.
Le cisti renali, anche se raramente, possono provocare macroematuria.
L'angiolipoma potrebbe essere stato confuso per una cisti, nella seconda ecografia, a causa della presenza delle altre. Tale lesione non può scomparire spontaneamente. Utile un attento ricontrollo ecografico.
Cordiali saluti.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra