L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

21/04/2008 00:23:45

Linfonodi Ingrossati

Egregi Dottori, sono un ragazzo di 26 anni, da circa 4 anni ho dei linfonodi ingrossati al collo sia dx che sx, appena me ne accorsi il mio medico mi fece fare un'ecografia ed analisi del sangue complete, gli esiti furono tranquillizzanti, l'ecografia classificò tali linfonodi come "reattivi di diametro max 0,8 cm"... tali linfonodi non si sgonfiarono più, ma il medico mi disse di stare tranquillo. Circa 2 mesi fa ho avuto una bruttissima tonsillite con ingrossamento molto evidente di tali linfonodi più altri sempre al collo, tutttavia dopo l'infezione tali linfonodi si sono sgonfiati ma sono rimasti leggermente più gonfi di quando me ne sono accorto 4 anni fa..... uno in particolare mi preoccupa perchè lo sento di forma allungata (non propiro di forma regolare), mobile, non dolente di diametro di circa un centimetro e mezzo secondo voi dovrei fare qualcosa?...dovrei sottopormi ad un'altra ecografia?... preciso che non ho altri linfonodi ingrossati sul corpo. Ho fatto le analisi del sangue 10 giorni fa ed erano perfette... sono un pò ipocondriaco e vi faccio una domanda un pò insolita...è possibile che tali linfonodi siano spia di un linfoma nonostante li abbia gonfi da 4 anni?...posso tranquillizzarmi?
Grazie per le preziose informazioni.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del23/04/2008

Salve, io non sono un'esperta di Oncologia e di lifomi, ho solo qualche cognizione in più di ecografia perchè mi appassiona. I criteri ecografici per decidere se ritenere un linfonodo pericoloso sono i seguenti:
-linfonodo con diametro massimo maggiore di 1 cm
-ilo non conservato
-forma rotondeggiante
Al contrario quando un linfonodo appare inferiore al cm, di forma allungata e con zona iperecogena centrale (ilo consevato) in genere si dice che ha i caratteri della benignità.
In ogni caso sappia che l'ecografia è considerato un esame non invasivo e pertanto ripetibile senza particolari precauzioni qualora sia ritenuto utile e che il referto dell'ecografia va integrato nel quadro clinico e non può mai essere considerato alla stregua di u esame istologico.
Auguri.

Dott.ssa concetta novella casella
ROMA (RM)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra