28/04/06  - Linfonodi sotto al collo - Malattie infettive

Linfonodi sotto al collo




Domanda del 28 aprile 2006
Mio nipote a seguito di analisi gli sono stati riscontrati 2 linfonodi sotto al collo. A seguito di ulteriori analisi dopo 3 mesi, tali linfonodi risultano ingrossati e ha la VES alterata ovvero il doppio della norma. Inoltre presenta disturbi quali febbre, disturbi di stomaco, sudorazione notturna specie dietro al collo, prurito. Il bambino ha 9 anni.Gli è stato consigliato di fare una biopsia con estrazione del linfonodo più grande. Potete consigliarmi in merito ?
Risposta del 01 maggio 2006
Molto probabilmente, ha una infezione virale, che va cercata con gli anticorpi specifici, ma non sempre è così facile, perchè il sistema immunitario può non aver prodotto anticorpi, il virus permane indisturbato nell’organismo, un comportamento simile lo realizza sempre il virus di Epstein-Barr, sempre lui, è una epidemia, esami strumentali che mi facilitano nella progressione del ragionamento diagnostico e terapeutico, possono essere utilizzati. Togliere il nodulo può risultare importante, ma prima bisogna sapere cosa si cerca, altrimenti l’anatomopatologo, non può dare una risposta precisa, ma solo generica. Le indicazioni vanno sempre rilevate dalla clinica, in questo modo gli esami sono più proficui, non si deve fare la diagnosi con i dati di laboratorio, con le biopsie, ma le precise indicazioni conducono gli esami. Infatti vanno tipizzati i linfociti del linfonodo con la immunoistochimica. Si consiglia di eseguire, se non sono già stati eseguiti:
Tipizzazione HLA classe I e II. Con espressione genica e corrispondenze sierologiche.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
cANCA
pANCA
ENA (Ab ati nucleo specifici)
AMA (Ab anti mitocondrio
ANTICORPI ANTI-ADENOVIRUS, Parvovirus B19
· ANTICORPI ANTI-CAMPYLOBACTER JEJUNII lgG e IgM
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
· ANTICORPI ANTI-KLEBSIELLA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-MICOPL Asma PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-MYCOBACTERIUM TUBERCULOSIS
· ANTICORPI ANTI-STREPTOCHINASI
ANTICORPI ANTI-YERSINIA ENTEROCOLITÌCA lgG e lgM
Saluti










Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)



Il profilo di ALBERTO MOSCHINI
Risposta del 01 maggio 2006
Procedere ad una biopsia linfonodale, come è già stato peraltro consigliato, è la scelta migliore e più sicura. Se i linfonodi interessati, come pare di capire, sono nel distretto cervicale (nel collo), è preferibile che la biopsia sia effettuata da un otorinolaringoiatra.

Dott. Francesco Gedda
Medico Ospedaliero
Specialista in Otorinolaringoiatria
TORINO (TO)



Il profilo di FRANCESCO GEDDA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Malattie infettive



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  
Schede patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico


Potrebbe interessarti
Fatica cronica? Confermato legame con l’intestino
Malattie infettive
19 maggio 2017
News
Fatica cronica? Confermato legame con l’intestino
Vaccini: vittime della loro stessa efficacia
Malattie infettive
15 maggio 2017
Focus
Vaccini: vittime della loro stessa efficacia