L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

03/03/2006 16:08:19

Lutto

Come affrontare il periodo post lutto a seguito della morte di un genitore a lungo, malato e allettato, tuttavia un forte punto di riferimento per tutti i familiari?
E' utile lasciarsi sopraffare dagli impegni per non pensare, oppure concedersi un periodo di riposo?
Cosa e chi può aiutare a superare questo momento?
Grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del07/03/2006

Il lutto è una complessa situazione della psiche che porta ad una graduale ricostruzione dell'equilibrio affettivo ed emotivo. Non solo è una condizione normale, ma è adirittura indispensabile per dare senso al dolore che, altrimenti, resterebbe davvero incomprensibile e intollerabile.
Si dia tempo e non cerchi di "coprire" i sentimenti. La nostra cultura tende a dare poco spazio al dolore e al lutto, ma sbagliamo! Penso alla grande civiltà greca che si è fondata proprio sulla possibilità di "nominare" il lutto, dirlo pubblicamente e condividerlo. Quanta saggezza che ora abbiamo perso!
Perciò ascolti dentro di sè quali sono i suoi veri tempi, senza cedere alla tentazione di ritirarsi dalla vita attiva, ma senza nemmeno cadere nell'iperattivismo. Semplicemente si ascolti e vedrà che il suo Io più autentico le indicherà la strada giusta.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra