L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

01/06/2007 17:49:33

Lutto

Io e il mio ragazzo stiamo insieme da 1 anno e mezzo. Circa 4 anni fa lui ha perso la ragazza con cui stava da tantissimi anni a causa di un terribile linfoma, uscendone devastato nell'anima. Non so dove abbia trovato la forza di cominciare una nuova relazione, ma tra di noi le cose sono sempre andate piuttosto bene e io ho sempre cercato di stargli accanto soprattutto nei momenti più buii. Da qualche tempo ho notato una certa incapacità da parte sua di lasciarsi andare e di vivere emozioni. Sono mesi ormai che non riesce più a dirmi "ti amo" . Ho deciso di parlagliene e lui mi ha confermato di trovarsi in uno stato in cui non riesce a vivere totalmente le emozioni forti. Non riesce neppure a piangere, mi dice che ha paura del futuro e che la sua precarietà lavorativa lo destabilizza ulteriormente. Io sono spaventata da tutto questo e non so in che modo aiutarlo. Dall'altra parte lui vorrebbe che io entrassi di più nella sua famiglia facendomi capire che la nostra storia è importante e che lui tiene veramente a me.
mi chiedo se abbia veramente superato il lutto e se io non sia semplicemente un "anestetico" per non pensare al vero dolore.
Mi rendo conto che non c'è niente che lo scuota abbastanza per farlo risvegliare da questo torpore emozionale. Sarebbe necessaria una terapia da uno specialista? cosa posso fare per aiutarlo?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/06/2007

I tempi per elaborare un lutto così grande possono essere lunghissimi. Questo non vuol dire che il tuo ragazzo non ti ama, ma solo che ha bisogno dentro di sè di trovare un assetto emotivo che non ha ancora trovato. Alludi anche alla pre Carie tà del lavoro: purtroppo voi giovani state vivendo un periodo davvero triste in cui non avete certezze e sicurezze e nemmeno grandi ideali che in qualche modo potrebbero compensare la pre Carie tà materiale. A me pare che sia tu che il tuo ragazzo siate persone mature e ricche di risorse. Usatele al meglio! Certo può essere che il tuo ragazzo soffra effettivamente di una forma depressiva, ma non lo posso dire con certezza. Non credo che tu si un "anestetico", ma dovete cercare assieme un modo di essere coppia che dia senso sia alla vostra storia, sia al vostro passato (nel quale c'è anche il suo lutto). Se lui desidera che tu entri di più nella sua famiglia, fallo, e vedi cosa accade. Può essere che lui abbia bisogno di rassicurazioni. Vedrai che tutto andrà per il meglio, anche se concordo con te che forse un consulto con uno specialista (meglio se anche psicoterapeuta) sarebbe utile.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra