L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

01/09/2004 18:19:27

Mal di schiena e alla gamba

Un paio di anni fa ho avuto un fortissimo mal di schiena che mi ha costretto a letto per una settimana. Ho risolto con iniezioni di Bentelan e assunzione di Sirdalud. Ho 45 anni e sono obeso.
Feci una TAC del rachide lombo sacrale dalla quale risultò un quadro di stenosi canalare su base dismorfica in L3-L4 e in L4-L5 con manifestazioni di spondilartrosi diffusa sia interapofisiaria che prevalentemente somatica.
Discopatie degenerative di entità decrescente in senso cranio-caudale. Osteofitosi marginale sinistra in L5-S1 in corrispondenza dell'orifizio esterno del forame neurale. Non ernie discali.
Dopo i due anni ho avuto un altro episodio di mal di schiena molto forte ma che si sta risolvendo con iniezioni di Lixidol 30 e Tioside.
Quello che mi preoccupa è che da un pò di tempo accuso alla gamba sinistra dopo un periodo di posizione eretta di circa 1 o 2 ore inizialmente una leggera insensibilità all'esterno della coscia sinistra ed in seguito un dolore talmente forte che mi obbliga a trovare una posizione seduta. Tale dolore si risolve poi spontaneamente nel giro di pochi minuti ma non mi
permette di poter nuovamente stare in piedi. La mia paura è che i dolori in questione dipendano dalla spina dorsale che viene sollecitata dalla posizione eretta.
Vi prego di darmi un Vostro parere.
Saluti

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/09/2004

Sicuramente la stenosi canalare, rilevata dalla Tac eseguita, spiega abbastanza la sua sintomatologia ( tipo claudicatio neurologica). Considerando la descrizione tac riportata, sarebbe bene che decidesse di perdere peso quanto prima, potrebbe così iniziare a dare meno sovraccarico alla sua colonna che già di natura appare dismorfica e, chissà, evitare anche un probabile futuro intervento chirurgico. Auguri

Dott. giuseppe colì
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
LEQUILE (LE)


Risposta del04/09/2004

l' evoluzione dei sintomi fa pensare alla formazione di un' ernia del disco L4-L5 in un quadro generale di Artrosi lombare sicuramente favorita dal sovrappeso.
Non ho capito se si è già sottoposto a cicli fisioterapici, in particolare al massaggio che, risolvendo la contrattura muscolare, darà un sicuro sollievo. I farmaci sono solo rimedi del momento e non hanno funzione curativa. Può essere utile l' agopuntura, insieme a tutte le tecniche collaterali da essa derivate. Ovviamente il calo di peso è indispensabile.

Dott. Federico Simoncini
Specialista attività privata


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra