L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

12/04/2006 10:34:34

Mancanza di equilibrio

A seguito di un evento acuto dimancanza di equilibrio
sono stato sottoposto a ecodoppler delle carotidi che no ha evidenziato nulla di anomale e ad R.M. del cranio e del tronco encefalico con il seguente referto:
Referto dell’esame
Esame eseguito con sezioni assiali, sagittali e coronali di 5 mm di spessore, prima e dopo somministrazione di contrasto paramagnetico in vena (0,2 cc/Kg di peso corporeo). Immagini dipendenti da T1, T2 e DP, ottenute con tecnica Fast Spin Echo e FLAIR.
L'esame dimostra solchi, ventricoli e cisterne regolari, di dimensioni proporzionate all'eta'.
Nella sostanza bianca emisferica cerebrale bilateralmente a prevalente distribuzione periventricolare sono evi denti aree di elevato segnale in T2 di significato aspecifico . Dopo somministrazione di contrasto non si osservano aree di impregnazione patologica.
Si segnala ispessimento omogeneo della teca cranica.
Si segnala oto-mastoidite dx.
Ispessimento di tipo infiammatorio della mucosa del seno mascellare sn.
Opacamento parcellare delle cellette e tmoidali.
Liberi i seni frontali e il seno sfenoidale.
In conclusione l'esame ha dimostrato plurime aree di elevato segnale in T2 nella sostanza bianca emisferica cerebrale compatibili con focolai di demielinizzazione o esiti di lesioni lacunari ischemiche
Quali ulteriori accertamenti sono necessari ed eventuali cure
visto il persistere dei sintomi di mancanza di equilibrio,difficoltà di concentrazione e pesantezza alle gambe?
Cordiali saluti
T.M.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/04/2006

La risposta è limitata dal fatto che ho il solo referto della risonanza magnetica cerebrale e non mi è possibile vedere le immagini.
Complessivamente, vi sono segni di piccole lesioncine ischemiche diffure.
Tali lesioni possono spiegare la difficoltà di concentrazione e "forse" (se localizzate nei territori del circolo posteriore) la sintomatologia vertiginosa.
La "pesantezza alle gambe" non è chiaro se sia una "pesantezza" come da ristagno del circolo venoso o se invece sia un segno neurologico.
Consiglio una visita neurologica, in quanto ha bisogno di giungere ad una diagnosi certa ai fini terapeutici (certamente ha bisogno di un antiaggregante piastrinico).

Prof. Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra