L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Allergie

14/05/2006 19:13:46

Metabolismo

Salve sto seguendo una dieta dimagrante seguita dalla dietologa ho perso 17kg i primi 4 mesi ma anche facendo una passeggiata al giorno a passo veloce non riesco a perdere altri kg. ci sono prodotti omeopatici che stimolano il metabolismo? tenga presente che sono in cura con btablocanti e psicofarmaci sono ,grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del18/05/2006

La dieta va seguita con la composizione corporea, in modo da sapere, in ogni momento cosa effettivamente viene ceduto dall’organismo, perchè in una cura “dimagrante” si può perdere grasso, liquidi, ma anche massa muscolare; in questo caso si esegue un vero e proprio scompenso metabolico, per cui non solo si smette di perdere peso, ma successivamente si riacquistano tutti i chili persi, con qualcosa in più. Ad esempio, se lei ha perso 17 chili, di cui 4 di grasso, e 13 di massa muscolare, lei riprenderà 20 chili, ma questa volta tutto grasso, con notevole perdita di massa muscolare. Questo è il difetto fondamentale delle diete ipocaloriche, anche se seguite da un dietologo. In quattro mesi è impossibile perdere 17 chili, infatti massimo, massimo, massimo, che l’organismo cede ogni mese, sono circa 8 etti di grasso, per cui lei ha perso una gran parte di massa muscolare, provocando un grave danno metabolico. Molti sono i fattori che intervengono sulla regolazione della massa grassa e sull’assunzione del cibo, sono circa 25, per fare un numero. Se non si tiene cono di tutti questi e si fa solo un cono di calorie, anche con il cosiddetto bilanciamento, si provoca sempre un disequilibrio metabolico. Molti fattori inoltre contribuiscono ad una sua buona regolazione o alla sua completa assenza, come si verifica nella sindrome metabolica. Molteplici sono i fattori che Influenza no la regolazione dell’assunzione del cibo, sono circa 25. Per cui se si blocca uno, intervengono tutti gli altri. Inibire la fame è la cosa più stupida che possa esistere. Come al solito, bisogna capire dove sta il problema, ed intervenire su questo. Ma anche la regolazione delle calorie non ha nessun effetto, perchè l’organismo umano non ragiona a calorie, non è un pezzo di ferro a cui si possono applicare i principi della termodinamica. Inoltre è stato ampiamente dimostrato da tutti gli insuccessi, che questa metodica è solamente fallimentare. L’assunzione del cibo va attentamente calcolata con la composizione corporea, la tomografia elettrolitica extracellulare, la elaborazione diagnostica nutrizionale e il risultato metabolico finale; esami che comprendono una attenta analisi di tutte le funzioni metaboliche dell’organismo. Pertanto la perdita del peso, la regolazione del peso, va attentamente studiata con le metodiche opportune, come dicevo prima. Una valutazione affrettata, che non tiene conto di tutti i fattori che concorrono alla regolazione dell’assunzione del cibo, non è valida e porta soltanto ad insuccesso. Il tessuto adiposo non va considerato come un semplice tessuto di deposito, ci levo, ci metto, ma è u tessuto che produce ben 28 sostanze proteiche ad effetto ormonale, produce anche l’angiotensina che interviene sulla regolazione della pressione arteriosa. Come vede pensare di trascurare tutto questo, con una semplice dieta, è completamente errato, soprattutto se questo non è attentamente calcolato sulle esigenze metaboliche della persona in esame, anche con esami strumentali idonei che lo permettano, ma non solo questi esami strumentali possono, in tempo reale, rilevare tutto lo stato funzionale delle ghiandole, indirizzando una terapia adeguata.
Pertanto lei non riesce più a perdere peso perchè l’organismo ha cominciato a ribellarsi alla perdita di una massa muscolare e cerca di recuperare. Consideri che la perdita di peso è una cosa serie, una semplice dieta calcolata soltanto con le calorie, non porta a niente, anzi....combina un notevole squilibrio metabolico, se non si usano gli strumenti idonei. Inoltre i farmaci omeopatici hanno effetto, se prescritti con l’intento che le ho descritto.




Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Allergie







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra