L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

07/02/2006 12:54:19

Mononucleosi

Gent/le dott. sono una ragazza di 22 anni ed ho contratto la Mononucleosi da 20 giorni.
Sono andata dal dentista a curare un dente e mi ha fatto l'anestesia. Nella serata mi sentivo strana. Ho misurato la febbre e avevo 39,8. Ho scoperto dopo qualche giorno di febbre altissima di avere la Mononucleosi . Nel frattempo il medico mi aveva curato per tonsillite,con antibiotici e iniezioni di Rocefin. Il mio fisico ha reagito con forte rossore al viso e all'addome. Ho sospoeso tutti i medicinali. Ora sono 5 giorni che non ho più febbre però ho ancora il collo un po' gonfio e il VCA igm a 160 e le gamma-gt 56.Sono valori ancora molto alti?C'è il rischio che un banale Raffreddore possa complicarsi?
Ho preso il Neovis ma anch'esso mi ha provocato un immediato arrossamento,come posso rinforzare le mie difese immunitarie senza prendere farmaci?L'omeopatia potrebbe aiutarmi? In futuro, la somministrazione di medicinali, mi darà sempre questi arrossamenti?
La presenza di un gatto in casa può portarmi malattie infettive? La ringrazio anticipiatamente.
Daniela


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del10/02/2006

Certamente l’omeopatia può aiutarla, purtroppo lei ha fatto antibiotici inutilmente, perchè sui virus non funzionano, ormai per il loro abuso non funzionano più nemmeno sui batteri, prima di fare qualsiasi terapia, bisogna sempre fare una diagnosi, l’omeopatia, funziona agendo sul sistema immunitario e tramite questo, quindi sussiste sempre un controllo dell’organismo stesso sul farmaco, mentre le medicine chimiche agiscono indipendentemente, e possono creare sempre effetti collaterali. I VCA aumentati indicano l’infezione da Epstein-Barr che può attaccare anche il fegato, gammaGT aumentate. Inoltre come ho scritto più volte, il virus può creare problemi futuri pertanto va portato via il più velocemente possibile, somministrando il genoma del virus opportunamente diluito. Inoltre molti farmaci omeopatici agiscono sulla Mononucleosi stessa per similitudine di malattia. Le consiglio di eseguire gli esami che accertano il funzionamento del sistema immunitario ed una monitorizzazione della tiroide.Emocromo e formula, piastrine ripetere gli esami del fegatoTipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25, anticorpi sierici anti tireoglobulinaanticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)Tireoglobulinaanticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK) FT3, FT4, TSH ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA Epatite B (Ricerca del genoma quantitativa) Epatite C (Ricerca del genoma quantitativa) Epatite Delta (Ricerca del genoma quantitativa)Sarebbe gradita una risposta della evoluzione.

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra