L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

22/03/2006 12:20:36

Nevralgia trigemino

Salve,la mia fidanzata,di anni 23,da una decina di giorni ha dei dolori atroci alla testa!Il tutto è iniziato qualche mese fa,lei in pratica aveva dei dolori al collo che le portavano un forte mal di testa che spariva con antidolorifici o con una pomata(balsamo di sifcamina) spalmata sul collo.Ma da una decina di giorni lei è vittima di un indolensimento al lato destro del viso con fitte alle gengive quando sono a contatto con il caldo o con il freddo.E in più ha delle scariche di dolore alla tempia destra e al lato destro del viso che durano dai 30 ai 120 secondi e partono spesso dal collo!inoltre lei in questi giorni ha fatto una radigrafia alla bocca,con esito negativo,e una visita da un neurologo che non si è per niente espresso e che le ha prescritto una risonanza magnetica,e un'angiorisonanza.Tutto ciò non ha fatto altro che aumentare la nostra preoccupazione!Altro episodio da ricordare è quello del 1998,quando lei rimase con la schiena bloccata e conseguenti mal di testa,allora si sottopose ad una tac celebrele con contrasto ,con esito negativo.I dottori attribuirono quell'episodio ad un episodio di eccessivo nervosismo!da allora nessun disturbo più fino all'aprile del 2004 quando un'incidente automobilistico le provocò un colpo di frusta con conseguente cura di antinfiammatori e il collare per il collo per 60 giorni!Io volevo chiederle se tutto ciò può essere un'infiammazione del trigemino?E poi a cosa serve l'angiorisonanza?C'è da stare tranquilli se nel '98 la tac con contrasto era negativa?La saluto e la ringrazio


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del30/03/2006

E' possibile che si tratti di Nevralgia del trigemino . Le consiglio di consultare un bravo neurologo che possa valutare la possibilità di iniziare una terapia farmacologica prima di inviarla dal Neurochirurgo per un eventuale terapia chirurgica. La angio-RNM encefalo è necessaria per valutare eventuale conflitto neurovascolare possibile responsabile della nevralgia. La TAC non evidenzia tale eventuale anomalia.
Mi faccia sapere

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra