Facebook, il rischio di amicizie col medico

10 gennaio 2011
News

Facebook, il rischio di "amicizie" col medico



Oltre 8 medici su 10 non accetterebbero l'"amicizia" dei loro pazienti su Facebook, mentre un 15% sarebbe pronto a prendere in considerazione la richiesta. Il rapporto medico-paziente declinato tra le pagine di Facebook è stato l'oggetto, inedito, di uno studio del Rouen University Hospital, pubblicato sul Journal of Medical Ethics. I ricercatori francesi hanno intervistato 405 persone tra colleghi e insegnanti dell'ospedale universitario di Rouen. Dell'intero campione considerato, il 73% aveva già un profilo su Facebook, con tanto di foto, indirizzo, informazioni personali e sull'incarico svolto. Alla domanda sull'accettazione dell'amicizia di un loro paziente, l'85% ha risposto negativamente, mentre il restante 15% ha dichiarato che poteva prendere in considerazione la possibilità di accettare. Di questa seconda fetta del campione, 8 medici avevano effettivamente ricevuto una richiesta d'amicizia da parte di un paziente e quattro di loro avevano già accettato. È ancora presto, secondo i ricercatori, per capire quali implicazioni potrebbe avere l'amicizia, vissuta sui social network tra medici e pazienti ma, sostengono, è necessario avviare una riflessione su questo argomento poiché un'insufficiente protezione della privacy potrebbe avere un impatto sul rapporto tra le due figure.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Ultimi articoli
L'esperto risponde