Patente auto: segnalate malattie per l'idoneità

11 febbraio 2011
News

Patente auto: segnalate malattie per l'idoneità





Nuove disposizioni del governo in materia di patenti impongono ai medici la segnalazione di eventuali patologie accertate che compromettono l'idoneità alla guida del paziente. Tuttavia, secondo il sindacato dei medici, Fnomceo, c'è il rischio di nuocere al rapporto fiduciario tra medico e paziente. A preoccupare la Federazione è l'articolo 14 del testo, ora all'esame delle commissioni parlamentari per i pareri di legge: la bozza, infatti, impone ai medici la segnalazione al Dipartimento per i trasporti di eventuali patologie accertate del paziente. «Così come formulata» scrive il presidente della Fnomceo, Amedeo Bianco «la norma prefigura situazioni che intervengono nella relazione medico-assistito potendone compromettere il rapporto di fiducia, qualora l'obbligo di segnalazione vada oltre la compilazione del certificato anamnestico richiesto dall'interessato». Il timore, in sostanza, è che a fronte di tale obbligo i pazienti finiscano per sottrarsi a visite o esami oppure nascondere al proprio curante sintomi particolari. «Riteniamo pertanto» è la conclusione di Bianco «che la figura del medico di fiducia vada esplicitamente esclusa dalla previsione dell'articolo 14». La proposta della Fnomceo, in particolare, è quella di procedere all'identificazione dei soggetti inidonei attraverso automatismi applicati sulle categorie a rischio: grazie ai codici di invalidità e patologia, per esempio, i servizi di medicina legale delle Asl potrebbero individuare i nominativi da segnalare al Dipartimento dei trasporti.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Ultimi articoli
L'esperto risponde