Allergie alimentari in crescita, la carta per proteggere i bimbi

22 giugno 2012
News

Allergie alimentari in crescita, la carta per proteggere i bimbi



allergie, alimenti, allergeni, scuola, bambini, cibo


Nell'ultimo decennio è raddoppiato il numero di coloro che soffrono di allergie alimentari: i malati sono più di 17 milioni in Europa, di cui ben 3,5 milioni sono bambini o giovani, sotto i 25 anni d'età. E la notizia più preoccupante riguarda i più piccoli: l'aumento più rapido si registra nei bambini e nei giovani, per i quali le reazioni allergiche che hanno richiesto un accesso in ospedale sono aumentate di 7 volte negli ultimi 10 anni. Sono i dati diffusi al congresso dell'Accademia europea di allergia e immunologia clinica (Eaaci), in svolgimento a Ginevra dal 16 al 20 giugno, che ha lanciato la campagna "stop anaphylaxis"contro le allergie alimentari, con l'obiettivo di educare le persone a riconoscere i sintomi e ciò che li provoca oltre che insegnare gli interventi in emergenza. «Il primo elemento di questa campagna è il lancio degli "Standard minimi internazionali per i bambini allergici a scuola" che stabilisce i requisiti di base per la sicurezza», spiega in proposito Cezmi Akdis, presidente Eaaci, ricordando che «un terzo delle reazioni allergiche più gravi si verifica durante le ore scolastiche, dove i bambini sono esposti a nuovi cibi e al rischio di venire a contatto con alimenti che potrebbero scatenare queste reazioni». Il documento, che dovrebbe essere pronto nei prossimi mesi, sarà una Carta volta ad armonizzare le conoscenze degli stati europei per formulare i requisiti minimi per la sicurezza di un bimbo allergico nelle scuole di tutto il mondo. Nello specifico in Europa, i bambini e i giovani sono allergici soprattutto alle uova, al latte di mucca e alle noccioline; invece frutta fresca, noccioline e verdura sono gli alimenti più frequentemente allergizzanti per gli adulti.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
L'esperto risponde