Adolescenti, meno Tv per perdere peso

04 settembre 2012
News

Adolescenti, meno Tv per perdere peso



obesità, peso, televisione, sedentarietà


Passare meno tempo davanti alla televisione è una buona strategia, soprattutto per gli adolescenti, per non aumentare di peso. Lo suggerisce uno studio pubblicato dalla rivista scientifica Journal of education nutrition and behavior, i cui autori hanno monitorato famiglie con figli in questa fascia di età, per un totale di 153 adulti e 72 ragazzi, avviate a un programma domestico di prevenzione dell'obesità, per un anno. Sono stati valutati l'orario di consumo della Tv, la dieta e l'attività fisica che ogni famiglia registrava nell'arco di tutto il periodo e le loro correlazioni con cambio di peso corporeo. Mentre per gli adulti non è stata notata nessuna associazione, per i giovani è stato visto che, se nell'arco dell'anno avevano ridotto il numero di ore passate davanti alla televisione, il loro indice di massa corporea (Imc) era significativamente più basso rispetto a chi non aveva modificato questa abitudine. «I risultati di questo studio suggeriscono che la riduzione della TV può essere una strategia efficace per prevenire l'aumento di peso in eccesso tra gli adolescenti» scrivono gli autori, e aggiungono: «Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere meglio i meccanismi con cui la riduzione Tv raggiunge il suo effetto protettivo sull'Imc tra i giovani».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini