Aiutare il cuore dei bambini: un sms solidale per contribuire

04 febbraio 2013
News

Aiutare il cuore dei bambini: un sms solidale per contribuire



cuore, cardiochirurgia, cardiopatie e malformazioni cardiache congenite, bambini


Ogni anno nel mondo nascono circa 1 milione di bambini affetti da cardiopatie e malformazioni cardiache congenite e i dati dicono che circa l'80% non ha la possibilità di essere curato ed operato nel proprio Paese, a causa dell'assenza di strutture ospedaliere o professionalità mediche adeguate e per l'alto costo delle operazioni. Questo significa che nel mondo quasi 800.000 bambini cardiopatici ogni anno rischiano la vita e in mancanza di cure mediche e chirurgiche tempestive, la metà di loro è destinata a non raggiungere il primo anno di vita. Gli altri vanno incontro a gravi problemi di crescita e di sviluppo psicosomatico, perché affetti da handicap respiratori e/o circolatori. In questo contesto si inserisce l'attività di organizzazioni come la Fondazione "Aiutare i bambini" che dal 2005, attraverso la campagna "Cuore di bimbi", raccoglie fondi per salvare i bambini cardiopatici che nascono nei Paesi più poveri, attraverso tre differenti modalità: operare i bambini in Italia presso alcune strutture convenzionate, nei casi in cui non sia possibile operarli nei loro Paesi di origine, operarli nel loro Paese grazie a missioni periodiche di équipe mediche costituite da volontari italiani, oppure operarli direttamente nel loro Paese, sostenendo le strutture locali dove esistono medici e ospedali in grado di realizzare le operazioni ai bambini, ma mancano attrezzature, macchinari o la copertura dei costi degli interventi. Per il 2013 l'obiettivo è operare nel complesso 310 bambini, e verranno realizzate 10 missioni di medici italiani volontari nei seguenti Paesi: Kazakistan (con il team degli Ospedali Riuniti di Bergamo), Cambogia (con il team dell'Ospedale Niguarda di Milano), Uzbekistan (con un team misto degli Ospedali Riuniti e dell'Ospedale Niguarda), Eritrea (con il team dell'Ospedale G. Pasquinucci di Massa) e Kurdistan (con il team del Policlinico di San Donato Milanese). Cambogia e Cameroun sono invece i due Paesi nei quali la Fondazione sosterrà i costi delle operazioni per le famiglie dei bambini più poveri. Infine, altri bambini arriveranno in Italia da Albania, Kosovo e Zimbabwe per essere sottoposti a intervento qui da noi, perché nei loro Paesi mancano oltre che i medici anche le strutture ospedaliere adeguate.

Tutti possono contribuire a sostenere la campagna con un sms o una telefonata da rete fissa al numero 45501: il valore della donazione è di 2 euro oppure 5 euro a seconda della modalità scelta e dell'operatore telefonico. L'iniziativa è valida dal 4 al 24 febbraio 2013.


Potrebbe interessarti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini