Caro-prezzi alcolici riduce mortalità alcol-correlata

18 febbraio 2013
News

Caro-prezzi alcolici riduce mortalità alcol-correlata



alcol, danni da alcol, cirrosi, psicosi, tumore, morte, incidenti


Un aumento del 10% del prezzo minimo delle bevande alcoliche sembra in grado di ridurre di oltre il 30% la mortalità per cause interamente dipendenti dall'abuso di alcol. Lo rivela uno studio diretto da Tim Stockwell dell'Università di Victoria in Canada, e pubblicato su Addiction. La ricerca ha analizzato la mortalità alcol-correlata registrata nello stato Canadese della British Columbia negli anni tra il 2002 e il 2009, nel corso dei quali il governo è intervenuto sul prezzo minimo per gli alcolici, che in Canada è fissato per legge (per litro di bevanda, a prescindere dal tenore alcolico). I ricercatori hanno classificato i decessi usando tre categorie: interamente attribuibile all'alcol (che comprendeva avvelenamento, psicosi, cardiomiopatia, sindrome alcolico fetale e pancreatite cronica); acuto (che comprendeva soprattutto ferite, intenzionali o accidentali); da abuso cronico (cirrosi epatica e vari tumori, come bocca, esofago e stomaco). Nel corso del periodo studiato il prezzo minimo del litro di bevanda alcolica è aumentato più volte, e ogni volta si è registrata una diminuzione dei decessi, in alcuni casi superiore alle attese: un aumento dell'1% del prezzo minimo ha portato a un calo dei decessi superiore al 3%. La riduzione è stata osservata immediatamente nella mortalità interamente attribuibile all'alcol, mentre l'effetto su quella da abuso cronico è arrivato dopo 2-3 anni e non si sono osservate variazioni in quella acuta. Il quadro è stato complicato da una modifica legislativa che ha permesso anche ai privati di vendere alcolici, in precedenza riservati agli spacci statali, e questo aumento del 10% nel numero dei punti vendita privato comporta da solo un aumento del 2% della mortalità generale correlata all'alcol. La conclusione di Tim Stockwell e colleghi è netta, e fornisce nuove armi a chi sta pensando in Inghilterra di introdurre un prezzo minimo per legge: «Questo studio conferma, a dispetto della convinzione popolare, che anche i bevitori più accaniti riducono i consumi quando il prezzo minimo aumenta».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
L'esperto risponde