Contro l’obesità, ragazzini in cattedra

13 febbraio 2014
News

Contro l'obesità, ragazzini in cattedra



obesità; bambini


L'ultima arma per convincere bambini e adolescenti con problemi di peso a seguire un'alimentazione più equilibrata e uno stile di vita più attivo è il confronto con ragazzini poco più grandi che ci sono passati o ci stanno ancora passando.

La dimostrazione è venuta da uno studio canadese che ha valutato gli effetti di un programma educativo rivolto agli alunni delle elementari chiamato Healthy buddies, ovvero "Compagni in buona salute".

«I bambini prestano attenzione a ciò che dicono i compagni di scuola più grandi, che spesso sono presi a modello» spiegano i ricercatori sulle pagine della rivista Jama pediatrics. Questo avviene quando si tratta di imitare le brutte abitudini, ma può anche essere impiegato lavorando insieme ai più grandi per favorire l'acquisizione di abitudini più salutari. Nel progetto, che ha coinvolto 19 scuole del Canada, alcuni ragazzi di età compresa tra 9 e 12 anni sono stati usati come tutor per presentare ai compagni più piccoli una serie di messaggi che puntavano a promuovere l'attività fisica, l'alimentazione sana e l'autostima.

I ricercatori hanno poi intervistato i partecipanti e un gruppo di coetanei che non aveva preso parte al progetto scoprendo che i primi non solo avevano imparato molte più cose, ma erano riusciti in media a perdere quasi due centimetri di circonferenza alla vita, segno del passaggio a una migliore alimentazione.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
L'esperto risponde