Alle donne basta poco sport per proteggere il cervello

15 febbraio 2014
News

Alle donne basta poco sport per proteggere il cervello



donna movimento


L'esercizio fisico anche moderato - come una lunga passeggiata ad andatura sostenuta o una partita di tennis non agonistica - continua a presentare nuovi benefici. Ora è il turno del rischio di ictus cerebrale nelle donne: secondo una ricerca presentata preliminarmente al congresso annuale della American stroke association, infatti, le donne che fanno un po' di attività fisica mostrano una riduzione netta del rischio, che poi rimane più o meno lo stesso di chi invece si impegna in uno sforzo fisico molto più intenso.

«Sono rimasta sorpresa io stessa» spiega Sophia Wang, del Beckman research institute di Duarte, in California, che ha diretto la ricerca, condotta su oltre 133.000 donne seguite per quindici anni tra il 1996 e il 2010. «Un'attività più strenua, come il jogging, non appare ridurre ulteriormente i rischi: l'ideale in questo scenario sembra essere l'attività moderata».

Anche nelle donne in terapia ormonale, che è un fattore di rischio accertato proprio per l'ictus, l'attività fisica moderata ha mostrato un importante effetto protettivo, anche se non tale da annullare l'aumento di rischio.


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
L'esperto risponde