Il cioccolato può far male al cane di casa

19 febbraio 2014
News

Il cioccolato può far male al cane di casa



cane; cioccolato


È capitato a chissà quanti, anche a San Valentino, che una scatola di cioccolatini lasciata incustodita fosse razziata dal cucciolotto di casa. Molti cani vanno matti per la cioccolata, è noto, ma forse è meno noto che alcune sostanze stimolanti contenute nella cioccolata, se assunte in grande quantità, possono causare nei cani vomito, diarrea, agitazione e in alcuni casi una tachicardia, l'accelerazione del battito cardiaco, o un attacco epilettico potenzialmente letale.

«I cani non hanno un interruttore di stop, e un cagnolino di due chili di peso può facilmente mangiare 2-3 etti di cioccolato» spiega Tina Wismer, direttore medico del centro antiveleni dell'American society for the prevention of cruelty to animals, attiva dal 1866. «Se uno mangiasse una quantità di cioccolato pari al 10 per cento del suo peso corporeo avrebbe lo stesso problema».

Più il cioccolato è scuro, più rischi di tossicità comporta: per un cane di 4-5 chili occorrono circa tre tavolette di cioccolato al latte per causare un attacco epilettico, ma ne può bastare mezza di cioccolato amaro. I sintomi appaiono nelle ore successive alla scorpacciata, in genere dopo 6-12 ore: se tornando a casa si trova il cane in preda a convulsioni o molto agitato con segni di vomito per casa è bene portarlo rapidamente dal veterinario, così come se è incosciente ma scuote le zampe: «Le convulsioni causate da intossicazione non smettono se non si curano» spiega Wilmer. Se dopo aver vomitato un'unica volta il cane si appisola tranquillo è un buon segno.

Gli amanti del cioccolato e dei cani devono quindi ricordare di conservare tavolette e cioccolatini in luoghi inaccessibili (i gatti non sono in genere altrettanto attratti). Se poi vogliono condividere il piacere con il loro migliore amico, possono acquistare per lui i dolcetti a base di carruba, che hanno un sapore simile.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
L'esperto risponde