I figli di padri anziani sono più a rischio di disturbi psichiatrici

03 marzo 2014
News

I figli di padri anziani sono più a rischio di disturbi psichiatrici



papà neonato


Diventare papà in età avanzata aumenta il rischio di avere figli che possono soffrire di disturbi psichiatrici e avere difficoltà scolastiche. Lo sostiene una ricerca dell'Indiana university di Bloomington pubblicata su Jama psychiatry.

«Ricerche precedenti indicano che l'avanzare dell'età paterna aumenta nei figli il rischio non solo di patologie psichiatriche quali disturbi dello spettro autistico, schizofrenia o disturbo bipolare, ma anche di deficit cognitivi e di apprendimento» è il punto di partenza dei ricercatori: l'età dei padri al concepimento, sostengono, è importante nel determinare il numero di mutazioni nella prole ed esiste una via biologica di collegamento tra età avanzata del genitore maschio e disturbi dello spettro autistico.

Così è stato esplorato il rapporto tra l'età del padre e i disturbi psichiatrici dello spettro autistico, il deficit di attenzione/iperattività (Adhd), le psicosi, i disturbi bipolare, i tentativi di suicidio, l'uso di sostanze stupefacenti e la presenza di deficit dell'apprendimento scolastico, prendendo in esame tutti i nati in Svezia nell'arco di 28 anni, cioè dal 1973 al 2001.

Il risultato? Tra i soggetti nati da padri con 45 anni o più avevano maggiori probabilità di sviluppare disturbi psichiatrici e dell'apprendimento rispetto ai nati da padri con età compresa tra 20 e 24 anni, aprendo così, sostengono i ricercatori, un filone di ricerca futura per le neuroscienze.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
L'esperto risponde