Se un bimbo deve essere ricoverato: ecco come comportarsi

03 aprile 2014
News

Se un bimbo deve essere ricoverato: ecco come comportarsi



bambini; ospedale; ricovero


Paura, ansia, agitazione. Questi sono generalmente i sentimenti che provano i genitori di un bambino che deve essere ricoverato in ospedale. Sentimenti che, se non vengono tenuti sotto controllo rischiano di essere assimilati anche dal piccolo paziente rendendo tutto molto più complicato e difficile. Per questo la Onlus Amici del bambino malato ha preparato un decalogo per mamme e papà, per aiutarli ad affrontare serenamente una situazione straordinaria.

Il vademecum viene presentato in occasione della Milano City Marathon 2014 alla quale partecipa anche l'associazione perché, come spiega Susanna Esposito, presidente di Amici del Bambino Malato Onlus «rappresenta per la nostra città un'iniziativa bellissima che unisce due elementi importanti, lo sport con la beneficenza. Aderendo alla Milano Marathon abbiamo l'opportunità di raccogliere fondi per cercare di raggiungere i nostri due obiettivi per il 2014: creare un reparto di Terapia sub-intensiva presso la Clinica Pediatrica De Marchi completo di nuove apparecchiature e garantire una adeguata nutrizione ai bambini con malattia rara».

Ma ecco il decalogo

1) Parlate serenamente al bambino, spiegandogli con parole adeguate alla sua età i motivi per cui deve essere ricoverato, rassicurandolo e infondendogli fiducia sui medici che si prenderanno cura di lui

2) Ricordate che il bambino in ospedale ha il diritto di avere accanto a sè, in ogni momento, la mamma o il papà o un sostituto da loro delegato

3) Spesso gli ospedali mettono a disposizione dei genitori eventuali supporti per favorire la loro permanenza insieme al bambino

4) Lasciategli in ospedale i suoi giocattoli o libri preferiti

5) Avete il diritto, come genitori, di essere informati e coinvolti nelle decisioni relative al trattamento medico

6) Assicuratevi che il bambino non sia ricoverato in reparti per adulti

7) Consentite, ove le condizioni cliniche lo permettano, che durante il ricovero il bambino abbia libero accesso ad aree di gioco, ricreazione e studio adatte alla sua età

8) Quando vi confrontate con il medico o informate i parenti o altri visitatori, non parlate mai della malattia in presenza del bambino, soprattutto nei casi più gravi

9) In occasione delle dimissioni dall'ospedale, informatevi su un eventuale dieta e su altre misure da adottare a casa

10) Ricordate che il bambino, anche se piccolo, ha il diritto in ogni momento di essere trattato con tatto e comprensione nel rispetto della sua intimità


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde