Ecco come proteggere il cervello dei piccoli nati pretermine

03 settembre 2014
News

Ecco come proteggere il cervello dei piccoli nati pretermine



neonato


Un ormone chiamato eritropoietina potrebbe avere effetti protettivi sui danni al cervello che possono verificarsi nei bimbi nati prima del termine, riducendo il rischio di lesioni cerebrali. L'eritropoietina è una sostanza che aumenta la produzione dei globuli rossi del sangue ed è ben nota agli atleti che a volte la illegalmente per migliorare i risultati nelle competizioni. L'eritropoietina, per la sua azione sul sangue, viene usata in alcune terapie come per esempio quella dell'anemia ed è anche somministrata a neonati prematuri per ridurre il ricorso a trasfusioni di sangue.

Alcuni ricercatori svizzeri hanno valutato l'effetto della somministrazione o meno di questo ormone in circa 500 bambini nati tra le 26 e le 31 settimane e hanno pubblicato i risultati dello studio sulla rivista Journal of the american medical association.

«I bambini prematuri sono a rischio di sviluppare encefalopatia da prematurità, che è associata a un ritardo dello sviluppo neurologico a lungo termine» spiega Russia Ha-Vinh Leuchter, prima firma dell'articolo, che poi aggiunge «L'eritropoietina si è dimostrata dimostrata neuroprotettiva in studi clinici sperimentali e retrospettivi».

I ricercatori hanno condotto il nuovo studio in Svizzera, fra il 2005 e il 2012 e hanno osservato che i piccoli trattati con eritropoietina, a confronto con quelli non trattati del gruppo di controllo, avevano tassi minori di lesioni della sostanza bianca (22 per cento rispetto a 36 per cento) o grigia (7 per cento rispetto a 19 per cento) che compongono il cervello. I risultati ottenuti necessitano di una conferma da ulteriori ricerche, come conclude Russia Ha-Vinh Leuchter: «Questi risultati richiedono una valutazione in uno studio randomizzato disegnato principalmente per valutare questo risultato, tanto quanto una ricerca dell'associazione con i risultati relativi allo sviluppo neurologico».


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde