Nuoto? Calcio? Scherma? Ecco come scegliere lo sport adatto a vostro figlio

04 settembre 2014
News

Nuoto? Calcio? Scherma? Ecco come scegliere lo sport adatto a vostro figlio



bambini scelta sport


Al ritorno dalle vacanze una domanda in più ai genitori dei bimbi in età scolastica: come scegliere lo sport giusto? L'importante è imparare a percepire il proprio corpo nello spazio, dicono gli esperti dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma che hanno sistematizzato i propri consigli per aiutare i genitori in questa scelta.

Il nuoto resta lo sport ideale per i più piccoli, anche in età prescolare. Così come, fino a 7/8 anni, l'atletica leggera o la ginnastica. Con queste attività il bimbo migliora la coordinazione neuromotoria.

Impegno atletico, gioco e spirito di squadra sono i plus delle discipline sportive collettive (calcio, pallavolo, basket...) che è meglio praticare solo dopo i 7 anni. Oltre i 9-10 anni ci si può accostare anche a discipline più specializzate, che richiedono ad esempio il contemporaneo utilizzo di un attrezzo, come avviene nella scherma, nel tennis e nel tiro con l'arco, che favoriscono, in particolare, la capacità di concentrazione.

Non fatevi spaventare da malattie croniche: l'80 per cento dei piccoli pazienti, con le precauzioni adatte, può fare sport. Anzi, l'attività sportiva può essere anche parte del piano terapeutico, spiega Attilio Turchetta, responsabile di Medicina dello Sport del Bambino Gesù: «Praticare sport produce un incremento dell'autostima tale da superare molte delle difficoltà che una malattia crea».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde