Il divorzio pesa di più nelle famiglie ad alto reddito

26 settembre 2014
News

Il divorzio pesa di più nelle famiglie ad alto reddito



divorzio


I figli di genitori benestanti hanno un rischio maggiore di sviluppare disturbi comportamentali in seguito al divorzio di mamma e papà rispetto ai bimbi che provengono da famiglie a basso reddito. «Sia nel bene che nel male, i cambiamenti familiari si fanno sentire di più nelle famiglie benestanti» afferma Rebecca Ryan, professore di psicologia alla Georgetown University di Washington DC, negli Stati Uniti e autrice di una ricerca da poco pubblicata sulla rivista Child Development. Per arrivare alle sue conclusioni, la ricercatrice ha analizzato assieme ai suoi colleghi i dati relativi a circa 4.000 bambini statunitensi di età compresa tra i 3 e i 12 anni.

Le ragioni di queste differenze non sono ancora del tutto chiare, ma gli autori fanno alcune ipotesi a partire dal fatto che spesso, in seguito al divorzio dei genitori, la situazione familiare non subisce cambiamenti drastici per i bambini più disagiati come invece succede nelle famiglia più benestanti, dove il padre - che rappresenta in genere la principale fonte di reddito - si deve allontanare di casa.

«Inoltre, le famiglie composte da un solo genitore sono più comuni nei contesti meno benestanti e quindi per i bambini questa situazione potrebbe apparire piuttosto normale e di conseguenza meno stressante» continua l'autrice.

Ma non è solo una questione di reddito: anche l'età del bimbo al momento del divorzio ha un ruolo fondamentale. In particolare, dallo studio emerge che i problemi comportamentali sono maggiori se il piccolo ha un'età pari o inferiore ai 5 anni quando i genitori decidono di divorziare, mentre il rischio non aumenta se i figli sono più grandi. E l'età influisce anche sull'effetto positivo che può avere il passare a una nuova famiglia dopo il divorzio: traggono vantaggio dalla nuova situazione soprattutto i bambini che hanno già superato i 6 anni. «Sia il reddito dei genitori sia l'età dei figli sono importanti per comprendere gli effetti che i cambiamenti nella struttura familiare hanno sui bambini» chiarisce Ryanche poi conclude: «Le risorse economiche sotto molti punti di vista proteggono i bambini, ma ciò non è vero nel caso del divorzio dei genitori».


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde