La dieta 5:2 riduce il rischio di sviluppare il cancro al seno

28 novembre 2014
News

La dieta 5:2 riduce il rischio di sviluppare il cancro al seno



dieta


Michelle Harvie, dietologa britannica del Genesis breast cancer prevention, è partita dai suoi stessi studi, quelli raccolti poi nel libro La dieta di due giorni, che l'hanno portata a elaborare un regime alimentare costruito su due giorni di alimentazione ipocalorica consecutivi seguiti da cinque nei quali invece si segue una salutare dieta mediterranea.

Secondo Harvie la dieta che prevede di mangiare poco per due giorni a settimana riduce i livelli di insulina e leptina, gli ormoni che favoriscono il cancro al seno. Non solo, questo tipo di regime alimentare, 5:2, aiuta a bruciare i grassi che "intasano" il fegato e a diminuire il rischio di malattie cardiache, ictus, diabete e forse anche demenza. Harvie ha anche specificato che periodi di digiuno o di forte rallentamento dell'assunzione di cibo, danno alle cellule il tempo di auto-ripararsi contro i danni che precedono tipicamente le malattie cardiache o il cancro.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
L'esperto risponde