Regole per una sana alimentazione a misura di bambino

01 dicembre 2014
News

Regole per una sana alimentazione a misura di bambino



alimentazione bambini


I genitori lo devono sapere: non è mai troppo presto per insegnare ai propri figli le regole di un'alimentazione sana. Una delle ultime conferme in questo senso arriva dagli Stati Uniti, dove un gruppo di ricercatori dell'Università di Buffalo ha portato a termine uno studio che ha coinvolto circa 9.000 bambini statunitensi dell'età di 2 anni e ne ha valutato la capacità di auto-regolarsi.

«Quando i bimbi hanno compiuto 4 anni abbiamo controllato la loro alimentazione e le regole che i genitori avevano imposto riguardo al cibo» spiega Xiaozhong Wen, assistente professore presso l'università statunitense e coordinatore della ricerca. «In base ai nostri risultati emerge con chiarezza che i genitori possono fare la differenza in questo settore insegnando ai piccoli come auto-regolarsi e stabilendo anche delle regole alimentari da rispettare» aggiunge il ricercatore.
In particolare, dallo studio è emerso che una combinazione di regole stabilite dai genitori e di una buona capacità di auto-regolare il proprio comportamento da parte dei bambini rappresenta l'accoppiata vincente nell'insegnare ai più piccoli come mangiare in modo sano.

«I bambini capaci di auto controllo a 2 anni mostrano abitudini alimentari sane a 4 anni, ma solo se i genitori hanno stabilito regole sui cibi da mangiare e quelli da evitare. Senza questo lavoro dei genitori, l'auto-controllo non fa la differenza» spiega Wen, descrivendo i risultati del lavoro presentato alla Obesity week di Boston, l'incontro annuale deichirurghi che si occupano di perdita di peso e di altri professionisti legati alla cura dell'obesità, una vera e propria epidemia che non risparmia nemmeno l'Italia.
Nel Bel Paese infatti, secondo i dati dell'Istat più di un terzo della popolazione adulta (35,6 per cento) è in sovrappeso, mentre il 10,4 per cento è costituito da obesi e i dati non sono molto diversi per i più piccoli: secondo il progetto Okkio alla Salute il 22,2 per cento dei bambini è in sovrappeso e il 10,6 per cento obeso.

«È importante e sorprendente osservare quanto le regole stabilite dai genitori su cibi sì e cibi no possano influenzare il comportamento alimentare dei figli» commenta Neha Sharma, del dipartimento di psicologia, e sottolinea l'importanza del coinvolgimento dei genitori nella lotta al sovrappeso e all'obesità infantile.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde