Attività fisica: con gli amici è meglio

17 marzo 2015
News

Attività fisica: con gli amici è meglio



bambini sport


Sono tante le barriere e gli ostacoli che tengono lontani i più bambini dall'esercizio fisico, ma secondo quanto emerge da uno studio statunitense, gli amici potrebbero essere la chiave per superare le resistenze anche dei bimbi più sedentari.
«Avere amici attivi dal punto di vista fisico può aiutare i bambini obesi a dedicarsi all'esercizio e a trovare meno ostacoli che impediscono loro di fare attività» dice Jessica Graus Woo, professore associato di pediatria al Cincinnati children's hospital medical center in ohio (Usa) e autrice dello studio che ha coinvolto 104 bambini statunitensi con età media pari a 12,5 anni.

Ai piccoli protagonisti della ricerca è stato chiesto di elencare in ordine di importanza 10 potenziali benefici e 15 potenziali barriere legate all'attività fisica, facendo attenzione anche alla partecipazione di familiari e amici a tali attività. E i risultati, presentati all'inizio del mese al Congresso annuale della American heart association a Baltimora, hanno dimostrato che i bambini coinvolti in un'attività fisica assieme a un amico avevano un atteggiamento meno negativo verso l'esercizio rispetto a quelli che invece venivano incoraggiati o accompagnati dai genitori e dai familiari.

«In base a quanto hanno riferito i ragazzi, i principali ostacoli allo svolgimento dell'attività fisica sono il sentirsi a disagio (29%), la mancanza di divertimento (22%), una salute non ottimale (22%), la mancanza di autodisciplina (21%) e di energia (21%)» dice l'autrice. «Nei più grandi, dopo i 12 anni, si aggiungono anche la mancanza di tempo libero e di divertimento e la paura di farsi male» precisa.
Ma se un amico viene coinvolto nella stessa attività, molte di queste barriere cadono o diventano più facilmente superabili, incluse la mancanza di interesse e di divertimento, la salute, l'energia eccetera. «In questo contesto, tutte le raccomandazioni e gli sforzi dei familiari - che spesso incoraggiano ma molto meno spesso fanno esercizio con i piccoli - non hanno sui bambini lo stesso effetto che può avere la presenza di un amico.

«Oggi si punta molto sull'intervento della famiglia per aumentare il livello di attività dei bambini, troppo spesso sedentari e obesi o sovrappeso, ma a quanto pare ciò potrebbe non essere sufficiente» conclude Graus Woo che suggerisce di ricorrere piuttosto al coinvolgimento degli amici.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde