La regole d’oro per togliere la neve in piena sicurezza

30 dicembre 2015
News

La regole d'oro per togliere la neve in piena sicurezza





Spalare la neve non è solo faticoso. Secondo i dati dei chirurghi ortopedici statunitensi della American academy of orthopaedic surgeons (Aaos) questa operazione è anche la principale causa di danni per la salute e di incidenti nel periodo invernale.

«Spalare la neve è un'operazione potenzialmente pericolosa per l'organismo ma basta seguire alcune semplici regole per eliminare quasi del tutto i rischi» spiega Joseph Abboud, portavoce della Aaos, precisando che la fretta è una delle cause della pericolosità dell'attività in questione. Molte persone in effetti cercano di "sbrigare la faccenda neve" velocemente, per limitare il tempo trascorso al freddo e pensando magari di limitare anche la fatica, ma in realtà questo è il modo migliore per farsi male.

«È un'attività da svolgere con calma, dato lo sforzo e l'attenzione che richiede» spiega l'esperto consigliando di consultare sempre il proprio medico per capire se si è in grado di affrontare un tale impegno. Come ci si deve comportare quindi per avere il vialetto libero dalla neve e salvaguardare la salute? Per proteggere ossa e muscoli è importante cercare di spingere la neve invece che sollevarla con la pala e se ciò non è possibile, meglio sollevare poca neve alla volta piegandosi sulle gambe senza pesare troppo su fianchi e schiena. E non è il caso di "lanciare" la neve lontano dal vialetto di passaggio. Meglio spostarsi fino al punto dove la si vuole accumulare evitando torsioni e sforzi eccessivi.

«Da non sottovalutare poi i segnali che arrivano dal cuore: dolore al petto o fiato corto sono campanelli d'allarme che indicano che è il momento di smettere di spalare, magari per chiamare un medico» dice Abboud, sottolineando l'importanza di pause frequenti e dell'idratazione.
«Anche le macchine per soffiare via la neve possono essere pericolosi se non utilizzati correttamente» aggiunge l'esperto, ricordando i circa 27mila incidenti causati lo scorso anno negli Stati Uniti da questi strumenti. Come ricordano Abboud e colleghi, bisogna sempre leggere bene le istruzioni d'uso di tali macchine, evitare di infilare mani o piedi nei soffiatori per liberarli quando si intasano ed evitare anche di lasciarli accesi e incustoditi: se ci si deve assentare per un po' è opportuno spegnerli.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Scheletro e articolazioni
26 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?
Scheletro e articolazioni
07 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?
Settimana bianca in tutta sicurezza
Scheletro e articolazioni
02 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Settimana bianca in tutta sicurezza
L'esperto risponde