2. Tiroide: sintomi, diagnosi e cura. L'esperto risponde

15 gennaio 2016
News

2. Tiroide: sintomi, diagnosi e cura - L'esperto risponde



Dopo aver fatto un quadro completo sulla tiroide in diretta web lo scorso 14 dicembre, con Renato Cozzi, endocrinologo dell'Ospedale Niguarda di Milano, Dica33 ha realizzato uno speciale di riepilogo, diviso per capitoli, delle domande arrivate in redazione.

Qui di seguito, i diversi capitoli identificati:
1. Tiroide e prevenzione
2. Tiroide: sintomi, diagnosi e cura
3. Tiroidite
4. Ipotiroidismo
5. Ipertiroidismo
6. Tiroide e gravidanza
7. Tiroide e menopausa

Scarica le risposte sul tema "Tiroide: sintomi, diagnosi e cura" in formato pdf

1. Quali sono i sintomi di una tiroide che non funziona bene?
R: I sintomi sono solitamente specifici per l'età. Solitamente i sintomi di ipertiroidismo si manifestano più rapidamente, mentre quelli dell'ipotiroidismo possono essere più subdoli. Tra i primi vanno ricordati: nervosismo, batticuore, dimagramento, nervosismo, insonnia, tremori, stato di agitazione. Tra i secondi, stanchezza, indifferenza al mondo circostante, aumento del peso, voce roca, dolori muscolari.

2. Ma la tiroide può causare la pressione alta?
R: Nei casi di ipertiroidismo, sì, con aumento della pressione sistolica (la massima).

3. Tiroide: può influire sull'aumento del colesterolo! Anche se genetico. Ingrassare o dimagrire e colpa anche della tiroide?
R: L'ipotiroidismo determina aumento dei valori di colesterolo, anche nei casi genetici. L'ipertiroidismo determina dimagramento, mentre l'ipotiroidismo determina aumento di peso.

4. Ho 48 anni e da 3 anni ho scoperto di essere affetta da tireopatia cronica autoimmune con nodulo del lobo sn. In atto terapia con Eutirox 0.75. Mi è stata riscontata anche:
- positività degli Ab-anti surrene con funzionalità mantenuta;
- positività degli anticorpi anti glutammico decarbossilasi ma non diabete in atto.
L'endocrinologo mi ha rassicurata spiegandomi che la presenza di anticorpi non è indice dello sviluppo futuro di patologie a carico delle ghiandole surrenali e del pancreas. Me lo conferma? Recentemente sono stata sottoposta ad una resettoisteroscopia x asportazione di una neoformazione endometriale. L'esame istologico ha evidenziato una iperplasia ghiandolare follicolinica congestizia. Ho consultato due ginecologi, uno dei quali mi ha proposto la terapia ormonale per tentare di ridurre le metrorragie e le perdite diffuse durante tutto il ciclo. Il secondo, alla luce della mia situazione endocrina, me la sconsiglia. Secondo lei qual è la corretta indicazione? La terapia ormonale potrebbe ulteriormente complicare la mia condizione endocrinologica? Grazie per le eventuali risposta che vorrà fornirmi. Cordialmente
R: Confermo quanto il suo endocrinologo ha esposto. In merito al problema ginecologico, tenga presente che è molto frequente alla sua età andare incontro spontaneamente a disfunzione tiroidea. Personalmente non sono contrario a quanto consigliato dal primo ginecologo.

5. Dopo un forte mal di gola e tosse da oggi ho un forte dolore nella parte anteriore del collo, anche durante la deglutizione ma non il classico dolore alla gola. Ho paura sia un problema legato alla tiroide. Da bambina sono stata curata con Eutirox per ipotiroidismo e cisti acquee.
R: Potrebbe essere una tiroidite subacuta, infezione virale della tiroide. Deve fare i seguenti esami: ecografia della tiroide, dosaggio di TSH Reflex, PCR, VES.

6. Mia moglie ha un valore TSH di 4.276. È controllata dall'ospedale di Novara (immunologia reumatologica) per Crest sindrome. È preoccupante questo valore? il valore può essere collegato alla malattia? Distinti saluti e grazie. Elio
R: Il valore dipende anche dall'età di sua moglie e dal valore normale di riferimento (minore di 3 o di 4.2 o altro valore). A completamento, dosaggio degli anticorpi anti TPO. Ci può essere rapporto indiretto con la CREST.

7. Salve ho 40 anni non capisco perché pur facendo tanta palestra aerobica e con una alimentazione corretta non riesca a dimagrire. Potrebbe dipendere dalla tiroide, anche se in passato ho fatto gli esami del sangue ed erano tutti nella norma?
R: Può essere un problema costituzionale/genetico, non dipendente dallo stato tiroideo.

8. È possibile, nonostante non vi siano presenze di noduli alla tiroide e gli esami del sangue siano nella norma, che la tiroide rallenti il metabolismo? Grazie
R: Se gli esami di funzione tiroidea, in particolare il TSH, determinato con metodo Reflex, sono normali, la risposta è negativa.

9. A febbraio ho subito una tiroidectomia totale più rimozione delle paratiroidi, da allora sono ingrassata di 20 kg, e gli esami rilevano ft3 sempre molto basso, io mi sento sempre molto stanca e affaticata, ho cambiato vari endocrinologi senza ottenere risultati, cosa ne pensa?
R: La tiroidectomia, specie se complicata, come nel suo caso della paratiroidectomia (cosa che di solito non dovrebbe succedere) si può accompagnare talvolta ad incremento ponderale. Se l'esame del TSH è normale, non darei importanza al valore della T3. Temo che il suo affaticamento dipenda dal marcato e rapido aumento di peso.

10. Salve ho 40 anni non capisco facendo tanta palestra aerobica non riesco a dimagrire facendo una alimentazione corretta può essere un fatto di tiroide anche se in passato ho fatto gli esami del sangue tutti nella norma? Vito
R: Può essere un problema costituzionale/genetico, non dipendente dallo stato tiroideo.

11. Sono in cura con Eutirox da 75mg. Nell'ecografia risultano sempre presenti da ambo i lati noduli da 5 e 7 mm. Mi devo preoccupare? Possono ingrandire velocemente? Grazie e cordiali saluti
R: Noduli millimetrici sono molto frequenti. Se il quadro è stabile, allunghi il tempo tra i controlli successivi.

12. Mi hanno riscontrato tre noduli: il più grande 4 cm. Le analisi del sangue sono buone. Ho fatto due visite, a Como mi dicevano di operare, a Pisa il contrario: da non operare. Da un po' di tempo il collo è diventato più grande, ed ho sempre una sensazione di fame, mangio e sono aumentato circa 9 kg. Vorrei un suo parere in merito. Lorenzo
R: Un nodulo di 4 cm in un maschio consiglia sempre attenzione. Nel suo caso non fa cenno all'esame di agoaspirato, indispensabile per dare un consiglio appropriato in merito all'intervento. Bisogna inoltre considerare anche le caratteristiche ecografiche. Se il collo ha mostrato nell'ultimo periodo un aumento del suo volume, può essere indicata la soluzione chirurgica.

13. A seguito di una ecografia mi hanno riscontrato un piccolo nodulo alla tiroide. Non ho alterazione dei valori nelle analisi del sangue. Che mi consiglia di fare? Grazie mille. Roberto
R: Piccolo quanto? Se inferiore al cm, teoricamente può stare tranquillo anche se sono importanti le caratteristiche ecografiche che possono indirizzare alla diagnosi. Consiglio un controllo a distanza di 12 mesi.

14. Nodulo alla tiroide. Vi riassumo brevemente il mio problema giusto per capire se posso o meno tentare di evitare l'operazione di Tiroidectomia che mi hanno prospettato. A seguito di controlli mi hanno riscontrato un nodulo lievemente vascolarizzato dimensioni dell'ultima ecografia del 23/11/2015 24x13x18, rispetto alle iniziali dimensioni dell'ecografia di febbraio 2012 di 22x15x13, per cui mi dicono che il nodulo di fatto è sostanzialmente stabile nelle dimensioni nell'arco dei 3 anni quasi 4, cosa comunque positiva. È stato eseguito l'Agoaspirato nell'anno 2012 ed è risultato un nodulo TIR3, mentre le analisi del sangue sono regolari con solo la Tireoglobulina alta (valore una volta 280 una volta 300), inoltre finora lo stato di salute è buono senza particolari problemi. Preciso che l'Agoaspirato l'ho effettuato una seconda volta un anno dopo con lo stesso risultato. In famiglia nessuno dei miei genitori/sorella e parenti in linea retta hanno mai avuto problemi di tiroide, non ho subito particolari variazioni di peso, sono normopeso (altezza 1.83 peso 79 Kg età 52 anni Maschio). Sentiti i pareri degli esperti di chirurgia consigliano tiroidectomia per poter verificare se si tratti di massa tumorale maligna o benigna; ho deciso di aspettare a fare l'intervento chirurgico sottoponendomi a controlli annuali; il nodulo è stato scoperto 3 anni fa e da allora per fortuna le dimensioni non sono sostanzialmente mutate e gli esami del sangue sono sempre nella norma, preciso che la Tireotropina è molto ballerina, un anno è a 3, un altro anno è a 4,2, un altro anno è a 2,8..., calcitonina sempre inferiore a 2.
Secondo il vs. parere, considerato che statisticamente la maggior parte dei noduli sono inoffensivi, faccio bene ad aspettare controllandomi ogni anno? Solo se dovessero variare in aumento le dimensioni del nodulo, rifarei l'agoaspirato per poi decidere. Ringrazio e porgo Distinti saluti. Vincenzo
R: In base alle sue caratteristiche cliniche, età, sesso maschile, nodulo tiroideo unico, nel suo caso bisogna stare in campana. Ha eseguito due esami citologici, con la diagnosi di TIR 3, senza ulteriore suddivisione in A e B, le dimensioni del nodulo sono sostanzialmente stabili, anche se leggermente in aumento. Il valore della tireoglobulina non è diagnostico. È difficile esprimere un parere più completo senza aver visualizzato l'ecografia. Nel caso di intervento chirurgico, a mio parere, visti i valori di TSH, propenderei per la tiroidectomia totale, perché penso che con la emitiroidectomia lei andrebbe incontro a ipotiroidismo, con necessità quindi di terapia sostitutiva.

15. Mia madre ha un problema con la tiroide nell'ultimo referto di Agospirato Tiroideo del 7 ottobre 2015 c'è scritto così:
L'agoaspirato eseguito sul nodulo lobo SIN di 19 mm solido ipoecogeno color tipo 2b è risultato NUOVAMENTE indeterminato (THY3 A) con la presenza di tireocidi con lieve ipercromasia nucleare, cromatica granulare, nucleoso evidente e rare incisure, organizzati in follicoli. Tale referto, alla luce del quadro clinico, richiede valutazione per la conferma istologica mediante intervento di tiroidectomia.
Premesso che i dottori che hanno in cura il problema di mia madre sono molto bravi però un altro parere fa sempre bene, le volevo chiedere: conviene aspettare o fare l'intervento come ci suggeriscono qui e se mi è consentito è un intervento tra virgolette (semplice)? Le faccio questa domanda perché mia madre ha 81 anni per fortuna ben tenuti però ha qualche problemino al cuore ha avuto una fibrillazione atriale due mesi fa, per fortuna risolta bene però adesso ogni tanto facciamo prelievi del sangue (terapia TAO) per mantenere la fluidità del sangue nella norma per evitare conseguenze tramite assunzione del Coumadin. La ringrazio in anticipo. Carlo
R: Considerata l'età e le complicanze cardiache, anche se intervento relativamente semplice quando compiuto da chirurgo esperto, manterrei una cauta attesa.

16. Soffro da anni di gozzo moltinodulare normofunzionante, uno dei noduli è di circa 4 cm si vede a occhio nudo e dà fastidio soprattutto nei giorni premestruali non so il perché. I medici consigliano l'intervento ma io vorrei sapere... dato che sono molto giovane non esiste qualche alternativa all'intervento per la mia situazione? Soffro di bruxismo da serramento e a volte mi accorgo che mi duole, può esserci una relazione tra le due patologie?
R: Tra le due patologie non vi è correlazione. Date le dimensioni del nodulo dominante è possibile che il gozzo le dia fastidio. Se non vuole ricorrere all'intervento chirurgico, può scegliere misure alternative (tipo termoablazione) che vengono eseguite in alcuni centri endocrinologici specializzati.

17. Età e tiroide: quando operarsi?
R: domanda incompleta per mancanza di quesito specifico (di che patologia stiamo parlando?).

18. Ho fatto le analisi per i valori della tiroide e il risultato è stato che solo il TF4 era piuttosto basso mentre gli altri erano nella norma, è segno di qualche sofferenza della tiroide?
R: Un valore basso della sola FT4 richiede ugualmente attenzione, perché può essere espressione di altre patologie non tiroidee, ipofisarie per esempio. Quindi è un esame che va riconfermato, vanno esclusi altri trattamenti farmacologici, che possono influenzare tale risultato. Se persiste basso, vi è indicazione a risonanza magnetica della regione ipofisaria.

19. Quanto tempo impiega l'ormone tiroideo ad essere eliminato dall'organismo quando la tiroide si ferma con l'assunzione del radioiodio?
R: La sua domanda non è ben posta: quello che capisco è quanto tempo ci mette una tiroide iperfunzionante a bloccarsi dopo essere stata trattata con radioiodio. Il tempo è variabile da persona a persona, quindi in questi casi di solito è buona regola continuare per un certo periodo il trattamento con il tireostatico.

20. Salve dottore sono una donna di quarant'anni ho diversi piccoli noduli alla tiroide ma gli esami risultano nella norma da un po' di mesi a questa parte inizio ad avere una sensazione strana come di tremore interno di battiti quasi accelerati che si manifestano soprattutto durante l'ovulazione e subito prima delle mestruazioni e soprattutto la sera quando sono distesa a letto potrebbe essere la tiroide. La ringrazio
R: Se i valori tiroidei sono recenti e sono tutti normali, la causa dei suoi disturbi va ricercata altrove.

21. Con l'uso dell'Eutirox mi si sono attenuati i sintomi di forma reumatica ma sono ugualmente colpita da una dorma di deficit immunologico. Che nesso c'è?
R: Posso immaginare che i disturbi reumatici facessero parte del quadro di ipotiroidismo, ora trattato. Quando è presente una forma autoimmune, si può accompagnare ad altre forme autoimmuni.

22. C'è una medicina sostitutiva all'Eutirox. È possibile riattivare la propria tiroide che con l'uso del farmaco è completamente sparita?
R: Ci sono altri preparati che contengono tiroxina, in forma liquida o in forma di soft gel. Quando l'ipotiroidismo è conclamato, la riattivazione tiroidea è impossibile.

23. Salve, l'anno scorso ho avuto due linfonodi credo che li abbiano chiamati cosi, sotto le orecchie. Doloranti e molto pure. Ho fatto esami di tiroide e non è uscito nulla, nell'eco però mi hanno visto delle macchioline da tenere sotto controllo. Mi devo preoccupare?
R: Faccia una ecografia di controllo a distanza dalla precedente per vedere se i reperti che sono stati riscontrati sono ancora presenti.

24. Da un paio di mesi avverto alla base del mento sulla destra un nodulo. Il medico che ha fatto ecografia mi ha diagnosticato come un probabile tumore benigno della paratiroide. Premetto che da maggio 2010 non ho più la tiroide perché asportata causa noduli. L'endocrinologo mi ha consigliato ago aspirato e non mi ha saputo dare una motivazione riguardo alle cause per le quali possono insorgere noduli alle paratiroidi. Sono preoccupata e vorrei avere da voi un opinione e consiglio in merito. Grazie. Distinti saluti. Adele
R: Mi sembra improbabile che sia stata posta diagnosi di tumore paratiroideo per una tumefazione alla base del mento. Prima di fare l'agoaspirato, la cui esecuzione va programmata con attenzione sulla base del sospetto diagnostico, farei il controllo di calcio/PTH; 25 OH vitamina D.

25. Buongiorno dottore. Ho fatto le analisi con questi risultati t3 con 2,97 t4 con 1,08 t.s.h 7,978 prendo la terosint 75 ho una ciste da controllare ma i tempi della asl sono lunghi. Perché il tsh e alto? Grazie. Giovanna
R: I valori dimostrano che il suo ipotiroidismo non è ben controllato dalla cura che sta facendo. Questo valore di TSH richiede un aumento della dose di Tirosint, dopo aver valutato con attenzione altre eventuali cause di interferenza nel trattamento sostitutivo.

26. Buonasera chiedo se è possibile avere problemi di tiroide ed esami negativi. I sintomi da me descritti hanno portato il medico a pensare a un mal funzionamento della tiroide ma gli esami lo hanno smentito. Io però non ho risolto i miei problemi
R: Se il TSH reflex è normale, escluderei la tiroide come causa dei suoi sintomi.

27. Tsh molto basso ma ft3 /ft4 normale cosa posso fare?
R: Se il TSH risulta molto basso cioè al di sotto dei valori di normalità, in assenza di altri fattori che lo possono abbassare, lei potrebbe avere un quadro di ipertiroidismo, da indagare come causa per impostare il trattamento adeguato.

28. La tiroide può causare forte insonnia? Io ne soffro. Due anni fa feci degli esami e risultò regolare. Grazie
R: Se il valore del TSH reflex è normale, escluderei la tiroide come causa di insonnia.

29. Buongiorno, ho 68 anni, pensionato, dalle ultime analisi del sangue effettuate in data 23/11, ennesime dopo un ricovero per una TIA temporanea avuta il 5/10 che fortunatamente non ha avuto alcuna conseguenza, ho avuto i seguenti responsi Endocrinologi:
Triodotironina libera 3,956
Tiroxina libera 15,241
TSH 1,51
Paratormone 260,7**
Calcio 8,8.
Un'Ecodoppler aortico ha rilevato una lieve insufficienza femoro savena dilatata a dx, un ispessimento ****sanale(indecifrabile) diffuso a dx, una placca ****ipocalcifica(indecifrabile) all'origine dell'arteria CI, ed una stenosi 5-10% del lume aortico. Nonostante siano già trascorsi 60 gg dall'evento della TIA nessuna terapia oltre a Cardio-Aspirina e Calcium 500 mi è stata prescritta. I valori del Paratormone, come riportato, sono ancora molto alti.
Vorrei conoscere quali siano gli accertamenti da effettuare per un approfondimento dell'indagine e se possono essere sufficienti i medicinali prescritti. Mi scuso per i due termini indecifrabili. Cordiali saluti. Enrico

R: Anche senza vedere i valori normali di FT3 e FT4, avendo lei normale il TSH, questo quadro permette di escludere la presenza di malattia tiroidea in atto. Invece per il valore di paratormone così alto, avendo lei valori normali di calcio, valuterei lo stato della vitamina D, con il dosaggio della 25 OH vitamina D, la cui mancanza è la causa più frequente di valori alterati di paratormone (oltre che controllare i livelli della creatinina e la funzione renale).

30. Buongiorno, lo scorso mese di giugno ho eseguito un'eco tiroidi e paratiroidi e mi hanno riscontrato "piccola formazione ipoecogena di 4mm nel contesto della parotide sn, compatibile in prima ipotesi con linfonodo intraghiandolare". Ho eseguito le analisi: calcio, magnesio, tireotropina (tsh), FT4, paratormone e calcitonina e i valori sono tutti nei parametri. Devo fare ulteriori accertamenti oppure devo solo monitorarlo nel tempo? Saluti. Sabrina
R: Consiglio un controllo ecografico a distanza di 6 mesi dal primo esame.

31. Buon giorno operata 2 volte al gozzo cistico pareri contrari per assunzione Eutirox attualmente un di 100 mg e 75 alterni cosa fare?
R: Il trattamento con Eutirox immagino che serva per l'ipotiroidismo post-chirurgico oppure per il controllo della sua tiroide residua, per evitare un nuovo accrescimento. In ogni caso, la dose va impostata tenendo conto della sua età e di eventuali altre sue malattie per evitare dosi inadeguate (sia nel senso di troppo che di troppo poco).

32. Avere le mani e i piedi sudati, deriva da problemi alla tiroide?
R: Nella maggior parte dei casi, no. Comunque il controllo del TSH reflex è consigliato.

33. C'è un sistema manuale di controllo, oppure la tiroide è posta in profondità e non si può rilevare ad un palpeggiamento?
R: Il sistema più sensibile e meno invasivo è rappresentato dalla ecografia tiroidea.

34. Buongiorno, può esserci un collegamento tra problematiche relative alla tiroide e la comparsa della patologia dell'orticaria da freddo? Grazie in anticipo!
R: Qualche volta sì, nel senso che in queste forme allergiche si può osservare un aumento degli anticorpi antitiroide.

35. Salve, ho 44 anni, sono piuttosto magra e pratico molto sport. Dopo aver per anni usato ormoni tiroidei troppo forti, ho perso la funzionalità della tiroide. Attualmente prendo al giorno Eutirox da 75 microgrammi ogni mattina. Non è molto, ma vorrei poter moderare la dose, per ''bilanciare il problema che ho di osteopenia severa. Dall'ultima analisi dell'antireoperossidasi però ho riscontrato un aumento esagerato di anticorpi, circa 1400. Da ultima ecografia non risulterebbe presenza di noduli. Vorrei sapere, con questi pochi dati che ho elencato, da che cosa potrebbe dipendere, e come poter rimediare. Grazie mille saluti francesca
R: Domanda difficile a cui non è possibile rispondere con precisione con i pochi dati che mi ha fornito. Se in passato il trattamento con ormone tiroideo è stato praticato a lungo (per quanto tempo?) e/o a dose troppo elevata, questo può avere determinato osteopenia. Lei si definisce magra, bisognerebbe sapere quanto, perché la magrezza eccessiva può determinare ritardi mestruali con conseguente osteopenia. Il dosaggio attuale di Eutirox non deve sopprimere i valori di TSH, che è condizione di osteopenia.

36. Io sono operata di tiroidectomia totale dal 1997 e prendo la terapia che consiste in Eutirox da 100 e da 125 mcg a giorni alterni, faccio i controlli ematici 2 volte all'anno e fino ad adesso sempre bene. Mi sembra di prendere un bel dosaggio, a volte mi capita di parlare con persone nelle stesse mie condizioni eppure hanno disaggi più bassi, da cosa dipende? Grazie
R: Anche se vi è una relazione tra dose di Eutirox e peso corporeo, questo dato non vale in tutti i pazienti, perché la dose del farmaco può dipendere anche dal suo assorbimento. Quindi il fattore che conta maggiormente è il valore di TSH che la sua dose ottiene.

37. La mia compagna da 12 anni ha problemi di tiroide, mezza secca, nell'altra metà da due mesi si sono definiti due noduli di 2 cm circa. È sotto cura con eutirox 150. Una compressa al giorno eccetto la domenica. Vorrei sapere se i noduli sarebbe meglio asportarli e se sia la cura che i noduli possono dare problemi di peso. Cordiali saluti
R: Va eseguito agoaspirato su/sui noduli, previa visione delle caratteristiche ecografiche. Il peso corporeo e i noduli non influenzano il peso corporeo.

38. Nei periodi di remissione del morbo di basedow, quando il tsh sale è opportuno prendere l'eutirox, oppure aspettare che scenda, come mi fa fare il mio endocrinologo. Il tsh rimane sopra i tre punti oltre la soglia di normalità anche per anni. Grazie per l'attenzione
R: Se il valore di TSH è oscillante, il consiglio del suo endocrinologo può essere condiviso. Se invece i valori di TSH sono sempre superiori al valore di riferimento, personalmente preferisco iniziare il trattamento sostitutivo con ormone tiroideo, visto che è frequente il passaggio da una forma di ipertiroidismo a una di ipotiroidismo.

39. Sono una donna di 38 anni che 5 anni fa ha subito l'asportazione della tiroide per un carcinoma papillare. Ho anche eseguito un ciclo di radio iodio, e al momento prendo l'eutirox 125. Chiedevo un'info in seguito all'ultima eco tiroidea che ho fatto a Pisa, dove sono in cura, che evidenzia nella loggia tiroidea, sia destra che sinistra delle lesioni nodulari ipoecogene di 3x3x2 mm. In ospedale mi hanno detto che non hanno rilevanza, e che posso rifare l'eco tra un anno e mezzo. Io sono un po' titubante, perché fino a due anni fa, non li avevo durante i vari controlli. Mi farebbe piacere avere anche un suo parere. Grazie mille.
R: Per esprimere un parere completo necessito di più informazioni in merito all'istologia dell'intervento. Alterazioni nodulari del genere possono non rappresentare motivo di allarme. Questo dato va comunque correlato con i dati di tireoglobulina e anticorpi antitireoglobulina: se questi sono rimasti immodificati, l'atteggiamento consigliato è condivisibile.

40. Ho 25 anni e da qualche anno mi porto un inconveniente molto fastidioso. Quando mi trovo insieme ad altre persone incomincio a sudare copiosamente. Può essere una disfunzione della tiroide oppure cos'altro? Grazie e arrivederci.
R: Penso di no, che sia espressione di uno stato ansioso.

41. Quali sono, per un anziano distonico, i sintomi più rilevanti di malfunzionamento dell'organo di cui parlate? Grazie di cuore
R: Cardiopalmo, insonnia, dimagramento, stanchezza per l'ipertiroidismo. Stanchezza e dolori muscolari per l'ipotiroidismo.

42. Dopo aver preso il radioiodio quanto tempo impiega la tiroide ad eliminare il suo funzionamento?
R: È un tempo variabile, dipende dalla quantità di Iodio somministrato, possono essere necessari anche 6 mesi, qualche volte è necessario un secondo trattamento con lo iodio. Nell'attesa della comparsa dell'effetto è buona regola mantenere il trattamento con tapazole.

43. Durante la notte disteso nel letto mi si stringe la gola provando un senso di soffocamento mi alzo di scatto per prendere un profondo respiro, questo potrebbe dipendere dal mal funzionamento della tiroide?
R: Utile eseguire ecografia tiroidea.

44. Volevo chiedere: ho dei noduli tiroidei iso-iper-ecogeni di cui due superiori a 2 cm mi hanno prescritto l'ago aspirato! non dovrei aver nessun effetto collaterale giusto a fare quest'esame che dovrei fare tra qualche mese. Ho il tsh a posto
R: L'esame di agoaspirato quando eseguito da medico esperto è ben tollerato e non induce complicazioni, inoltre fornisce indicazioni indispensabili sullo stato dei noduli tiroidei.

45. Sono diabetici di tipo 2 da circa 20 anni, ho 68 anni, volevo sapere se il malfunzionamento della tiroide, ha qualche responsabilità rispetto al sopraggiungere del diabete di tipo 2? Vi ringrazio cordialmente. Pierino
R: Generalmente no, a ameno che in precedenza lei sia stato a lungo ipertiroideo.

46. Ho dei noduli calcificati devo fare dei controlli? Non faccio controlli da diversi anni cordiali saluti
R: Generalmente noduli calcificati esprimono patologia tiroidea benigna scarsamente evolutiva.

47. Ho 49 anni e da qualche tempo i valori della tiroide sono mutevoli. L'anno scorso erano a 4200, poi 3500 e ora 4400. A questo punto l'endocrinologo mi ha consigliato di assumere l'Eutirox. Lei cosa ne pensa. Esclude anche che il mio aumento di peso sia dovuto ai valori tiroidei. Possibile? Non ho modificato la mia dieta. Grazie per l'attenzione
R: Immagino che lei si riferisca ai valori di TSH. Se sì, il grado di alterazione dipende dal parametro di normalità adottato e dal valore corrispettivo di TSH. Vanno valutati anche altri aspetti quali: sesso e stato mestruale, familiarità. Può non essere necessario iniziare ancora il trattamento, talvolta i valori di TSH sono più alti nei mesi invernali.

48. Ho 56 anni e in seguito ad un controllo ho riscontrato il valore del ATATg a 1010 mentre gli altri valori sono nella norma ... Premetto di avere un nodulo che a luglio 2015 era sempre stabile ... Insieme a questo valore ho riscontrato anche i valori dei leucociti e delle piastrine bassi. C'è qualche relazione tra tiroide e calo degli stessi? grazie
R: Lei ha probabilmente una tiroidite, non metterei in relazioni il valore dei globuli bianchi e delle piastrine con la sua tiroidite. Ne riparlerei con il suo medico curante.

49. Se la tiroide tocca la trachea quando intervenire?
R: Bisogna valutare le dimensioni della tiroide e l'entità dell'impronta tracheale e considerare la presenza di sintomi meccanici legati alla tiroide e le condizioni cliniche generali della persona di cui stiamo parlando.

50. Ho scoperto di avere tre noduli alla tiroide. Il ciclo mestruale non è più regolare. Addirittura ogni 60 giorni. Le due cose sono collegate? Ogni quanto devo controllarmi? Grazie
R: Bisogna sapere la sua età e il valore del TSH reflex, che nel suo caso va senz'altro dosato.

51. Mi domando avendo io tiroidite per via della presenza degli anticorpi ma gli esami sono ancora nella norma ormai da 8 anni devo comunque fare una terapia?
R: Se lei ha solo tiroidite biochimica, cioè agli esami del sangue, senza alterazioni del TSH, può mantenere il controllo dell'esame del TSH e dell'ecografia tiroidea, se occorre.

52. I dolori articolari e muscolari possono dipendere dalla tiroide? Ho 44 anni sono 3 anni che prendo il tirosint per gozzo multinodulare.100ml
R: Lei è ipotiroidea in trattamento. Bisogna valutare se il livello di TSH è adeguato, a conferma di un buon controllo dell'ipotiroidismo. Se il TSH è controllato, valuterei altri percorsi diagnostici.

53. Quali sono le interferenze tra tiroxina e altri farmaci? Quali le cautele da assumere?
R: Numerosi farmaci interferiscono con l'assorbimento della tiroxina e in questi casi è bene che questi farmaci vengano assunti lontano dall'ingestione della tiroxina (per esempio 3-4 ore dopo). Negli ultimi anni sono disponibili anche formulazioni liquide che possono superare queste interferenze. Tra i farmaci che più frequentemente interferiscono con l'assorbimento vanno ricordati gli inibitori di pompa per la gastrite, le compresse di calcio, il ferro. Infine anche gli antiepilettici modificano i valori degli ormoni tiroidei in trattamento.

54. Quando si misura la reverseT3?
R: Mai, è un esame che non ha utilità clinica.

55. Operata di tumore alla tiroide. T4. Residuo positivo. Quando ripetere la radio iodio.
R: Troppo pochi elementi per rispondere correttamente alla sua domanda.

56. Da pochi gg attraverso le analisi ho scoperto di avere il TSH sballato il massimo la norma delle analisi aveva un massimo di 4800 mg io oltre 5000 il mio medico mi ha prescritto un eco!! Ma i miei sintomi non li capisco più ciò continui schiarimento di voce con un continuò e fastidioso nodo alla gola e quel sapore di catarro in bocca!!! Volevo sapere se poteva essere un problema di tiroide o no! Grazie mille
R: La richiesta di ecografia è giustificata. Prenderei in considerazione anche la possibilità di reflusso gastroesofageo.

57. Dopo tiroidectomia totale con terapia Eutirox 125 esami normali dopo un anno tsh normale e t3 normale t4 un po' alto modificata terapia Eutorox 100 fino al venerdì, sabato e domenica 125 sento un po' di stanchezza e aumento di peso anche facendo molta attività fisica. Perché?
R: Se il TSH in trattamento è normale, non vi è motivo per modificare il dosaggio di Eutirox. Il valore elevato di FT4 può dipendere semplicemente dal trattamento in corso con Eutiirox. Qualche volta la tiroidectomia si accompagna ad aumento di peso anche nonostante il buon controllo della funzione tiroidea.

58. Se mi dimentico di prendere la pastiglia un giorno cosa implica a livello di assunzione? Grazie mille
R: Immagino lei si riferisca alla cura con ormone tiroideo. La dimenticanza per un solo giorno non compromette il suo stato metabolico, perché la cura sostitutiva rimane efficace in maniera costante ancora per qualche giorno, prima che i livelli ormonali si modifichino in maniera importante. Comunque questo non giustifica una distrazione ripetuta nel tempo.

59. Quando la tiroide blocca il funzionamento dopo la terapia radiometabolica quanto impiega la tiroxina circolante ad essere eliminata?
R: È un tempo variabile, dipende dalla quantità di Iodio somministrato, possono essere necessari anche 6 mesi, qualche volte è necessario un secondo trattamento con lo iodio. Nell'attesa della comparsa dell'effetto è buona regola mantenere il trattamento con tapazole.

60. La tiroide ha un ciclo circadiano la notte secerne più ormone tiroideo?
R: Si, ha un ciclo circadiano, che però non si riflette significativamente sui livelli degli ormoni tiroidei. Il dosaggio degli ormoni tiroidei può essere fatto in qualsiasi momento del giorno senza che gli esami ne risentano negativamente.

61. Sono stato operato di tiroidectomia totale nel maggio 2013 per gozzo multinodulare tossico morbo di basedow con terapia eutirox 125 e le analisi erano sempre (con poca variazione) tsh 0.99 (0.460-4.680) ft3 3.6 (2.30-4.20) ft4 (0.77-2.20) nel mese di luglio 2014 tsh 1.050 (0.30-3.60) ft3 2.46 (2.20-4.20) ft4 2.20 (0.80-1.80) e l'endocrinologo modificava la terapia eutirox 100 dal lunedì a venerdì 125 sabato e domenica. Ora le analisi sono tsh 1.360 (0.34-5.60) ft3 3.1 (2.2-3.9) ft4 1.07 (0.60-1.12) faccio presente che le analisi le effettuo sempre in ospedale pubblico e non assumo eutirox prima del prelievo la mia domanda è la seguente sono aumentato di peso circa 3 kg anche se faccio attività fisica e la maggior parte delle volte mi sento stanco in particolare durante la mattinata può essere causato dal dosaggio eutirox? per il dosaggio corretto oltre al tsh quale e più importante ft3 o ft4. Il mio peso è 79 kg per 175 altezza la ringrazio per la risposta.
R: L'unico esame da dosare per valutare l'adeguatezza della dose di Eutirox è il TSH. I suoi valori di TSH mostrano un controllo dell'ipotiroidismo post-chirurgico più che soddisfacente. Visto il precedente ipertiroidismo, può essere comprensibile che la normalizzazione attuale dello stato metabolico si accompagni a moderato incremento ponderale.

62. Buonasera, volevo sapere da come si può stabilire da quanto tempo si è malati di tiroide.
R: In base alla raccolta dei sintomi del paziente (anamnesi).

63. Mi chiamo Susanna età 43 e abito nella città di Modena. Mi hanno riscontrato da qualche anno una tiroidite autoimmune con due noduli tiroidei. L'endocrinologo mi ha detto che al momento non necessito di terapia in quanto la tiroide risulta ancora funzionante ma io a volte avverto sintomi strani e fastidiosi come intorpidimento alla gola quasi come mi sentissi strozzare, dolori alle articolazione e secchezza agli occhi soprattutto una stanchezza che mi sfibra. Tutto ciò è dipeso dalla tiroide e come posso rimediare a questi disturbi? Grazie
R: Bisognerebbe conoscere le dimensioni dei noduli tiroidei per sapere se questi possono essere responsabili dei suoi sintomi di strozzamento. In merito al dolori articolare e alla secchezza oculare consiglio la visita reumatologica.

64. Da due anni ho un piccolo nodulo che mi ricontrollo periodicamente e ho anche effettuato l'ago aspirato. Pochi giorni fa andando a controllo il medico ha visto che il nodulo si è rimpicciolito ma ha trovato una cisti piena di acqua analizzandolo ha detto che era acqua di roccia. Lei cosa ne pensa?
R: Nessuna preoccupazione, tutto bene quel che finisce bene.

65. La mia domanda riguarda l'eventuale influenza della soia sull'assorbimento dell'Eutirox. Avendo letto di questa eventualità, evito di mangiare o bere la soia; ma su molti alimenti o integratori alimentari si può leggere "presenza di tracce di soia". Nessun endocrinologo mi ha mai detto di fare attenzione a tale alimento, mi domando: c'è realmente da preoccuparsi? Grazie della cortese risposta. Cordiali saluti.
R: La soia può modificare l'assorbimento di Eutirox se introdotta in quantità molto elevate.

66. Ho 5 noduli, 1 di 9mm e gli altri di 2/3mm, in quello più grande ho fatti 5 anni fa l'ago aspirato con esito negativo mentre gli esami del sangue per la tiroide sono sempre tutti regolari, vorrei sapere come devo tenere sotto controllo la ghiandola se devo fare altri esami o bastano gli esami del sangue che faccio tutti gli anni. Grazie
R: Consiglio un controllo annuale o più allungato, in considerazione della sua età e del TSH reflex. Controllo periodico (ogni 3-4 anni) con ecografia tiroidea.

67. Come si cura la tiroide?
R: Mi spiace che la sua domanda non consenta una risposta adeguata, in assenza di sintomi clinici, in Italia se ne può prevenire il peggioramento della funzione semplicemente con l'adozione del sale iodato.

68. Che cosa può indicare una tiroglobulina alta 147 e un tsh 5.037 e un t4 5,70 nella norma? Patrizia
R: La tireoglobulina non va mai dosata negli esami di screening tiroideo. Il TSH sembra essere moderatamente elevato. Consiglio un controllo del TSH reflex a distanza di 6/12 mesi.

69. Avevo la tiroidite subacuta con valori di TSH di o,17e PCR a 92, ora dopo 20 gg di cortisone MEDROL16 ho rifatto le analisi e ho il TSH a 5,73 e PCR a 26 quindi adesso sono ipotiroidea o devo ancora guarire. Fausta
R: L'ipotiroidismo dopo tiroidite subacuta può manifestarsi ma è evenienza rara. Al momento non tratterei il suo TSH moderatamente elevato, lo manterrei controllato mensilmente per il probabile recupero della funzione tiroidea.

70. Come comportarsi con esito citologico TIR3A?
R: TIR 3 non richiede la chirurgia. Consiglio un controllo con ecografia tiroidea a distanza (6/12 mesi) ed eventuale ripetizione dell'esame citologico se compare la modifica degli aspetti ecografici.

71. Ho 58 anni, nel 2013, in seguito ad un episodio di orticaria durato 3 mesi con angioedema al labbro, mi hanno trovato anticorpi antiperossidasi 1132, nel 2014 a 1351, nel 2015 a 1930.TSH-FT3-FT4 nella norma. Non mi hanno dato nessuna terapia, devo preoccuparmi per questi valori in continuo rialzo? Grazie per l'attenzione
R: No, la positività degli anticorpi antitiroide si osserva frequentemente nei casi di orticaria, è difficile dire se sia espressione di reale sofferenza tiroidea o fenomeno anticorpale di accompagnamento ad altra malattia. Farei il controllo annuale del TSH per qualche anno alla ricerca di eventuali variazioni. Se l'ecografia tiroidea dovesse essere negativa, non la ripeterei mai più.


Per tornare all'elenco dei capitoli clicca qui


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Prevenire il diabete di tipo 2 si può. Una campagna del Ministero della salute
Diabete tiroide e ghiandole
07 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Prevenire il diabete di tipo 2 si può. Una campagna del Ministero della salute
Edema maculare diabetico: una complicanza oculare da non sottovalutare
Diabete tiroide e ghiandole
28 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Edema maculare diabetico: una complicanza oculare da non sottovalutare
Prevenzione diabete, le farmacie strumento di educazione sanitaria
Diabete tiroide e ghiandole
25 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Prevenzione diabete, le farmacie strumento di educazione sanitaria
L'esperto risponde