Gli antibiotici potrebbero vanificare i benefici del latte materno

30 giugno 2016
News

Gli antibiotici potrebbero vanificare i benefici del latte materno



Gli antibiotici potrebbero vanificare i benefici del latte materno


Anche le mamme che decidono di allattare al seno per prendersi cura sin da subito della salute del proprio figlio potrebbero vedere vanificato il loro sforzo se il piccolo assume antibiotici prima dello svezzamento o immediatamente dopo.

L'Organizzazione mondiale della sanità raccomanda alle neo-mamme, quando possibile, almeno 6 mesi di allattamento esclusivo al seno, una pratica che risulta positiva per la salute di madre e figlio. «Prolungare l'allattamento al seno riduce la frequenza di infezioni e il rischio di obesità, entrambi problemi importanti nei bambini, ma i meccanismi non sono noti» spiega Katri Korpela, dell'Università di Helsinki in Finlandia, che assieme ai colleghi ha valutato gli effetti dell'uso di antibiotici sullo sviluppo di obesità, sull'utilizzo di antibiotici più in là nel tempo e sulla composizione del microbiota, l'insieme dei microrganismi presenti nell'intestino.

«Sappiamo che il microbiota nell'infanzia ha un ruolo di primo piano nello sviluppo del metabolismo e del sistema immunitario del bambino» continua la ricercatrice, ricordando che il latte materno contribuisce in modo sostanziale allo sviluppo di questa popolazione di microrganismi. Per verificare l'ipotesi che gli antibiotici utilizzati nei bimbi ancora allattati al seno o appena dopo lo svezzamento possa intromettersi nello sviluppo corretto del microbiota causando problemi di salute ai bambini, i ricercatori finlandesi hanno analizzato i dati relativi a 226 bimbi finlandesi seguiti fino all'età di 9 anni e allattati al seno per almeno un mese nel 97 per cento dei casi. «L'assunzione di antibiotici da parte del bimbo ancora allattato al seno o entro 4 mesi dallo svezzamento è risultata associata a meno infezioni e a una minore probabilità di essere sovrappeso» spiegano gli autori. «Gli antibiotici non dovrebbero essere utilizzati in tutti i casi in cui i bambini hanno la febbre, e nei casi di infezioni virali per esempio sono del tutto inutili» spiega William Muinos, gastroenterologo pediatrico al Nicklaus children's hospital di Miami, convinto che l'allattamento al seno sia utile nella prevenzione dell'obesità anche perché ritarda l'introduzione nella dieta di cibi che potrebbero portare a un aumento di peso.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde