Televisione per i piccoli? Non più di due ore!

07 maggio 2010
News

Televisione per i piccoli? Non più di due ore!



Stare tante ore davanti al televisore da piccolini ha ripercussioni negative sulle future prestazioni scolastiche, sulla facilità a socializzare con i compagni e, in generale, sulla salute. A queste conclusioni è giunta Linda Pagani, ricercatrice dell'Institut de la Statistique du Québec, in Canada. L'indagine ha coinvolto 1314 bambini che sono stati valutati al ventinovesimo e al cinquantatreesimo mese di età. Il tempo trascorso davanti allo schermo è stato quantificato dai genitori, che hanno riportato una media settimanale di quasi nove ore. Questo dato è molto più elevato di quanto raccomanda l'associazione statunitense di Pediatria, la quale "concede" due ore settimanali ai bambini di età superiore ai due anni e televisore sempre spento sotto i due anni. I risultati riportati dalla Pagani sembrano confermare i rischi correlati a una permanenza eccessiva davanti al piccolo schermo, che si manifestano in seguito. All'età di dieci anni, infatti, negli appassionati di cartoni animati si registrano problemi comportamentali, difficoltà a rapportarsi con i compagni di classe, minore capacità di apprendimento, scarsa propensione all'attività fisica e peso corporeo superiore alla media. «In età infantile, il cervello si sta sviluppando», commenta Pagani. «Piazzare il proprio bambino piccolo davanti al televisore non fa altro che limitarne l'accrescimento, con conseguenze negative che si manifesteranno negli anni a venire».

Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine 2010; 164 (5): 425-431


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
L'esperto risponde