Trapianti a norma di legge europea

26 maggio 2010
News

Trapianti a norma di legge europea



Arrivano dall'Europa le nuove regole in materia di trapianto d'organi che dovrebbero accorciare le attese e definire standard qualitativi e livelli di garanzia comuni per tutti i paesi dell'Unione. A dettarle la proposta di direttiva approvata ieri dal Parlamento di Strasburgo con 643 voti a favore e 16 contrari. La normativa, che gli stati membri dovranno recepire entro due anni, prevede l'istituzione in ogni paese di un'authority di riferimento cui spetterà armonizzare le normative nazionali con i principi dettati dalla direttiva. Inoltre, le singole autorità dovranno avviare una banca dati che, messa in rete con quelle degli altri stati membri, faciliterà lo scambio di informazioni e abbrevierà i tempi d'attesa per gli oltre 60mila pazienti europei che attualmente sono in coda per un trapianto. «Il voto di oggi» ha commentato il commissario Ue alla salute, John Dalli «è un esempio concreto di come la legislazione europea può operare per salvare vite umane (ogni giorno nell'Unione muoiono dodici malati in attesa di intervento, ndr). Ora spero che gli Stati membri traspongano velocemente il testo della direttiva nella loro legislazione nazionale».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Ultimi articoli
L'esperto risponde