Sport con cautela se il bimbo è iperteso

10 giugno 2010
News

Sport ma con cautela se il bimbo è iperteso



L'associazione statunitense di pediatria ha recentemente stilato nuove linee guida che forniscono precise indicazioni sull'attività fisica che devono svolgere i bambini e gli adolescenti con ipertensione. In generale, se l'ipertensione è moderata, nessuno sport è precluso ai ragazzi, anzi, è raccomandato. Per correggere i valori pressori leggermente elevati, bisognerà intervenire su altri campi: dieta equilibrata e, se necessario, perdita di peso. Se invece si superano i 90/140 mmHg, gli sport di contatto o quelli particolarmente impegnativi sono da evitare. Lo svolgimento di queste attività potrebbe infatti determinare un peggioramento dei valori già di per sé patologici. Inoltre, in questi soggetti il controllo medico deve essere più frequente rispetto al monitoraggio a cui si sottopongono gli adulti. Da incentivare, ovviamente, anche condotte comportamentali adeguate, quindi limitare il caffé e i farmaci (analgesici e sostanze stimolanti), non fumare e non bere alcolici e seguire un regime alimentare ricco di frutta e verdura e cereali integrali. In pratica, quindi, da queste linee guida emergono consigli che confermano le premesse: i ragazzi con problemi cardiaci, in questo caso ipertesi, devono modificare gli stili di vita scorretti e sottoporsi a frequenti controlli medici prima di intraprendere attività sportive che richiedono sforzi notevoli.

Pediatrics. 2010 Jun;125(6):1287-94


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Ultimi articoli
L'esperto risponde