Vitamina E sentinella della mente

13 luglio 2010
News

Vitamina E sentinella della mente



Mantenere alti i livelli di vitamina E nel sangue ha un effetto protettivo nei confronti del declino cognitivo nei soggetti anziani. Lo sostiene uno studio condotto dall'istituto di Gerontologia e geriatria dell'Università di Perugia - Azienda ospedaliera Santa Maria della Misericordia, in collaborazione con il Karolinska Institutet di Stoccolma, e pubblicato sul Journal of Alzheimer's Disease. In un comunicato l'azienda ospedaliera di Perugina, ha fatto sapere di aver ricevuto riscontri positivi nella comunità scientifica con apprezzamenti della stampa specializzata e non, a livello europeo ed extraeuropeo. «Il 70% dei casi di demenza si verificano in persone oltre i 75 anni d'età - ha spiegato Francesca Mangialasche, responsabile della ricerca - ma il nostro studio suggerisce che la vitamina E può avere effetto protettivo anche negli ottantenni. La vitamina E è una famiglia di otto composti naturali, ma la maggior parte degli studi sull'Alzheimer hanno analizzato solo uno di questi componenti, l'a-tocoferolo. La nostra ipotesi è che tutti i componenti della famiglia della vitamina E possano avere un ruolo protettivo contro tale malattia».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
L'esperto risponde