Colesterolo, statine ai bimbi bene aspettare

31 agosto 2010
News

Colesterolo, statine ai bimbi bene aspettare



Il trattamento farmacologico dell'ipercolesterolemia nei bambini è un tema sul quale da alcune settimane si sta confrontando la comunità scientifica statunitense. A un recente studio che indicava nella scelta terapeutica con statine la soluzione al colesterolo alto quando dieta e attività fisica non fornivano risultati positivi, risponde oggi una nuova ricerca che sostiene invece che il trascorrere degli anni sia la miglior "cura" da adottare. Lo studio ha coinvolto 6827 soggetti, sottoposti con frequenza triennale a misurazioni del colesterolo a partire dall'infanzia fino all'età adulta. Dopo aver fissato a 190 mg/dL il valore che indica l'ipercolesterolemia (160 mg/dL nei bambini con familiarità a patologie cardiovascolari), i prelievi triennali hanno evidenziato che nel 60 per cento dei bambini i valori rientrano nella norma naturalmente, senza alcun bisogno di statine. «Abbiamo dimostrato che l'idea di iniziare un trattamento con statine nei bambini con colesterolo alto è una scelta che può essere rimandata» sostiene David Freedman, del Center for disease control and prevention statunitense. «O meglio: prima di ricorrere ai farmaci, è necessario valutare i risultati di almeno due o tre misurazioni nell'arco di alcuni anni». Rimane però aperta la questione su cosa fare in quei bambini che mantengono alti livelli di colesterolo nonostante la crescita. Al momento, afferma Michael LeFevre dell'università del Missouri, «non ci sono evidenze che dimostrino che iniziare la terapia in un bambino di dieci anni lo protegga da una patologia cardiovascolare quarant'anni più tardi». Un motivo in più, sottolinea la Preventive services task force americana, per non impostare screening di routine nei bambini per valutarne la presenza di ipercolesterolemia.

Pediatrics. 2010 Aug;126(2):266-73


Potrebbe interessarti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini