Dal peperoncino un cerotto anti-dolorifico

19 ottobre 2010
News

Dal peperoncino un cerotto anti-dolorifico



La capsaicina, uno degli ingredienti principali del peperoncino cui dà il tipico effetto piccante, si è rivelata un ottimo antidolorifico, oggi disponibile su cerotto. Il farmaco, già approvato dall'Fda per il trattamento del dolore da Fuoco di Sant'Antonio (herpes zoster), è stato recentemente sdoganato anche dall'Emea ed è già disponibile in Gran Bretagna e Germania. Arriverà in Italia nel 2011. «Per l'herper zoster un'ora di applicazione toglie il dolore per tre mesi, per il dolore neuropatico del piede basta mezz'ora» dice Marco Pappagallo, direttore della Ricerca sul dolore al Mount Sinai Medical Center di New York, in questi giorni a Parma, al Congresso nazionale della Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva (Siaarti). «Il cerotto si può usare anche per il dolore da ferite chirurgiche o per la neuropatia da Hiv. L'applicazione può essere ripetuta di 3 mesi in 3 mesi, eliminando il dolore per un anno». Il solo problema è il bruciore che si avverte per tutto il tempo dell'applicazione, fenomeno è controllabile con impacchi di ghiaccio e con analgesici. Il futuro? «Andare a colpire il dolore anche all'interno dell'organismo» dice Pappagallo. «Sono in corso studi per poter iniettare la capsaicina nelle articolazioni».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Ultimi articoli
L'esperto risponde