22/01/09  - OTITE - Cuore circolazione e malattie del sangue

OTITE




Domanda del 22 gennaio 2009

Domanda


Soffro di otite cronica dalla nascita. recentemente ho fatto una Tac il cui risultato riporto di seguito Vorrei cortesemente sapere. COSA HO VERAMENTE? E Vero Che debbo necerrariamente operarmi? QUALI VANTAGGI PORTEREBBE L'INTERVENTO La Ringrazio. Risultato della Tac Esami TC ORECCHIO (senza e con contrasto) Referto TO ROCCHE PETROSE e MASTOIDI DOPO MDC EV L’ esame TO delle rocche petrose, eseguito nelle proiezioni assiali, con ricostruzioni coronali, mediante scansioni sottili ad alta risoluzione, dopo perfusione di mdc ev, ha mostrato: a destra, la cavita’ timpanica appare occupata, a livello dell’attico, specie anteriormente e lateralmente agli elementi della catena ossiculare, che ne risultano parzialmente inglobati, da una modesta quota di un tessuto, avente la densita’ delle parti molli, che si estende verso il basso, in minima quantita’, nel mesotimpano. Analogo tessuto e’ anche apprezzabile nel tratto posteriore e craniale dell’antro mastoideo, nell’insieme discretamente slargato, dove determina assottigliamento e, in alcuni punti, erosione del tetto antrale. Il tegmen timpani si evidenzia anch’esso, a tratti, lievemente assottigliato. Modesti fenomeni di riassorbimento sembrano apprezzabili a Carico della apofisi lunga dell’incudine, mentre ben rappresentata appare la staffa. Una piccola quota di tessuto risulta occupare il recesso del faciale, mentre il seno timpanico conserva normale areazione. Piu’ ampie quote di tessuto appaiono occupare gran parte delle cellette mastoidee residue, nel contesto di una mastoide per gran parte scierotica. Da tale lato, la membrana timpanica appare ispessita, con rilievo di una ampia soluzione di continuo, da perforazione. A sinistra, la cavita’ timpanica appare occupata, a livello dell’attico, specie anteriormente, medialmente e lateralmente agli elementi della catena ossiculare, che ne risultano parzialmente inglobati, da una piu’ ampia quota di un tessuto, avente la densita’ delle parti molli, che si estende verso il basso, in discreta quantita’, nel mesotimpano e nell’ipotimpano, che impegna in parte. Analogo tessuto e’ anche apprezzabile nel tratto posteriore e craniale dell’antro mastoideo, nell’insieme discretamente slargato, dove determina assottigliamento del tetto antrale, Modesti fenomeni di riassorbimento sembrano apprezzabili a carico della apofisi lunga dell’incudine, mentre solo discretamente rappresentata appare la staffa, anch’essa parzialmente inglobata. Una discreta quota di tessuto risulta occupare il recesso del faciale ed il seno timpanico che appare allungato ed in apparente continuita’ con un recesso. Ampie quote di tessuto appaiono occupare gran parte delle cellette mastoidee residue, nel contesto di una mastoide in parte sclerotica. Anche da tale lato, la membrana timpanica appare ispessita . retratta, con rilievo di una ampia soluzione di continuo, da perforazione. Da ambo i lati, si segnala lieve procidenza del solco del seno laterale ed ampio golfo della giugulare, CAI simmetrici di ampiezza e struttura conservate.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Cuore circolazione e malattie del sangue

Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Obesi ma sani? Il cuore corre comunque più rischi
Cuore circolazione e malattie del sangue
26 settembre 2017
News
Obesi ma sani? Il cuore corre comunque più rischi
Cardioteam Foundation Onlus sostiene il primo screening gratuito dell’aorta “on-the road”
Cuore circolazione e malattie del sangue
01 settembre 2017
News
Cardioteam Foundation Onlus sostiene il primo screening gratuito dell’aorta “on-the road”
Colesterolo: ecco come ridurlo con frutta secca e olive
Cuore circolazione e malattie del sangue
16 agosto 2017
News
Colesterolo: ecco come ridurlo con frutta secca e olive