L'esperto risponde

Domanda di: Salute femminile

12/02/2005 21:03:57

Ovaio multifollicolare

Salve, ho 32 anni e circa nove mesi ho subito un intervento di laparoscopia per rimuovere una cisti ovarica definita poi dermoide dopo essere stata analizzata. Con essa è stata asportata anche gran parte dell'ovaia dx ma la restante parte è comunque funzionante, in ogni caso l'ovaio sx resta di normale funzionamento. Ora però una gravidanza sembra non arrivare e dopo un'ecografia il medico mi ha comunicato che ho un ovaio multifollicolare e che questo potrebbe creare qualche intoppo, poichè alla fine solo unfollicolo giunge a maturarsi e la presenza di più follicoli in parole povere devia per così dire gli spermatozoi che non provano solo con quello reale ma con tutti che al momento del ciclo scompaiono , di qui l'idea che non siano reali. Ormai ho 32 anni e anche l'attesa di un'altro anno mi preoccupa ai fini medici.In definitiva che possibilità ho di avere una gravidanza naturale? E poi multifollicolare significa policistico o sono cose diverse? Devo considerarmi tra i casi di infertilità?
Grazie mille in anticipo.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del15/02/2005

Gentile Signora, ovaio multifollicolare ed ovaio policistico dovrebbero essere tenuti distinti.
Per ovaio multifollicolare si intende semplicemente un ovaio contenente molti follicoli e questo di per sè non è indice di patologia.
Il termine ovaio policistico fa invece riferimento ad una situazione più complessa, in cui la morfologia ecografica delle ovaie è solo uno degli aspetti, che prende il nome di sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), In quest'ultimo caso le ovaie non solo contengono tanti piccoli follicoli, ma è anche aumentata la componente non follicolare dell'ovaio (stroma) ed il loro volume. Ciò comporta una alterata produzione ormonale da parte delle ovaie che si traduce in sintomi quali modificazioni del ciclo mestruale, assenza della ovulazione, crescita di peli in aree del corpo che normalmente ne sono prive (irsutismo).
Pertanto, per rispondere alla Sua principale domanda sulla possibilità di avere gravidanze è necessario valutare tutti questi aspetti, non solo il dato ecografico.
Cordiali saluti.

Dott. Maurizio Brusati
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Medico Ospedaliero
CHIVASSO (TO)



Altre risposte di Salute femminile


© RIPRODUZIONE RISERVATA