L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute femminile

15/02/2006 13:00:18

Parere

Ho 38 anni e volendo avere un figlio mia moglie si è sottoposta a dei controlli che hanno evidenziato la necessità di una terapia ormonale.
Prima di praticarla ci hanno suggerito di verificare anche la mia fertilità.
Ho eseguito uno spermiogramma che ha evidenziato tali risultati.
Quantità 3.1, odore normale, colore biancastro, ph 8.1, coaguli: assenti, fluidificazione regolare, viscosità nei limiti, numero di spermatozoi per ml 39.000.000, spermatozoi totali 129.000.000, conta dopo centrifugazione 1 ora mobili 20%, ipomobili 20%, immobili 60%, 2 ora mobili 20%, ipomobili 20%, immobili 60%, 3 ora mobili 15%, ipomobili 20%, immobili 65%; movimento ipocinesi < 50% (veloce + lento): rettilineo veloce 15%, rettilineo lento 25%, rerttilineo non progressivo 60%; morfologia taratozoospermia > 70% atipie: forme normali 45%, forme anormali 50%, forme immature: 5%; agglutinazioni assenti - testa coda: presenti; coda coda: presenti; testa coda presenti; pseuodoagglutinazioni: presenti; cellule di sfaldamento: alcune; elementi cellulari : leucociti: 3 - 4 pcm, eritrociti: rari. Conclusioni: astenozoospermia.
Giorni di astinenza: 4; modalità di raccolta masturbazione; ora 9.45.
Mia nota: nella masturbazione ho avuto difficoltà ed il liquido seminale è fuoriuscito con pene non eretto.
Sono fortemente preoccupato potrebbe darmi suggerimenti ed indicazioni.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del20/02/2006

L'astenozoospermia è una diminuzione della motilità degli spermatozoi. Nel suo caso la diminuzione è modesta e tutti gli altri parametri rientrano nella norma . Non mi sembra che ci siano problemi importanti e concordo con lei che la raccolta del liquido seminale non è certo una pratica piacevole sia perchè eseguita a comando , sia perchè spesso i locali a disposizione sono squallidi e privi di privacy .
La fertilità di una coppia difficilmente è imputabile ad un solo partner , molto più spesso entrambi i partners concorrono in diverso grado a creare una situazione meno favorevole all'instaurarsi di una gravidanza. L'età della donna è un parametro cruciale. Dopo i 35 anni la fertilità femminile comincia a diminuire e dopo i 38 questa diminuzione è più marcata. Un cordiale saluto

Dott.ssa Elisabetta Chelo
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
FIRENZE (FI)


Altre risposte di Salute femminile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra