26/05/07  - Paresi facciale da freddo - Mente e cervello

Paresi facciale da freddo




Domanda del 26 maggio 2007

Domanda


Gentile dottore , la scrivo per dei chiarimenti sulla paresi facciale nei bambini. Qualche giorno fa ho notato che quando mia figlia di 2 anni piangeva presentava l'occhio destro più chiuso del sinistro. Lì per lì mi è sembrato che avesse una puntura di insetto sulla palpebra ed ho dato poco peso alla cosa. Il giorno dopo però ho notato che il labbro inferiore spostava leggermente a destra soprattutto quando sorrideva o piangeva. Un pò impaurita sono corsa dalla pediatra che ha diagnosticato una lieve paresi da frigor e le ha prescritto tachipirina 2 volte al giorno per 4 giorni. Per ora ho fatto solo un giorno di cura ma mia figlia si è svegliata con la bocca ancora più inclinata al punto che si nota chiaramente anche quando è tranquilla. Essendo piccola, non sa dirmi cosa sente e vedendola così sono un pò spaventata. E' il caso di portarla da un neurologo? Anche perchè la cura della pediatra mi sembra un pò "leggera" e non vorrei che anzicchè migliorare continuasse a peggiorare. Vorrei farle fare un pò di ginnastica facciale o praticarle qualche massaggio per sciogliere i muscoli ma data l'età non si fa neppure toccare la guancia. Potrebbe darmi qualche consiglio? La ringrazio fin d'ora.
Risposta del 29 maggio 2007

Risposta


Gentilissima Sig.ra, capisco la Sua Ansia , anche io ho un bimbo di due anni, ma posso fin da ora tranquillizzarLa, dicendoLe che queste evenienze sono abbastanza frequenti, e per nulla preoccupanti. Essendo la bimba cosi piccola, forse non conviene praticare terapia troppo aggressiva, tenuto conto che nel giro di 7 - 10 giorni la paresi cessa per via naturale, nel qual caso, pero' Lei non gradisse visivamente tale sintomatologia, puo' somministrare alla piccola del cortisone Medrol 2 mg. al di per tre giorni, con relativa copertura gastrica.
Nel qual caso questi episodi, pero' avessero latendenza alla periodicità, è utile sottoporre la piccola ad una risonanza magnetica.

Dott. Massimiliano Maria Fina
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
TRIESTE (TS)



Il profilo di MASSIMILIANO MARIA FINA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti